Testimonianza di un uomo vessato dalla ex moglie

Considerata la grande attenzione sul mio post Uomini vittime di donne violente, vi invito a leggere una delle tante e-mail che ho ricevuto in questi giorni da uomini che hanno subito violenza da mogli e compagne.

Mi è sembrato doveroso pubblicare la testimonianza di un signore che ha voluto raccontarmi la sua drammatica storia e la sua risoluzione,anche attraverso un percorso di psicoterapia. Lo ringrazio ancora per la sua testimonianza.

Tutti i particolari che avrebbero potuto riportare all’identità della persona in questione sono stati omessi per riservare la privacy.                                                                        

- Ho appena casualmente terminato di leggere un suo articolo comparso sulla pagina principale di Tiscali, sono rimasto molto colpito ..... la mia storia personale sono sicuro potrebbe interessarle parecchio, non solo perchè mi sono ritrovato perfettamente nella descrizione dell'uomo che subisce violenza fisica e psicologica dalla propria moglie , ma sopratutto perchè dopo una separazione traumatica sono riuscito a risalire, rinascere e stare molto bene ,tanto che è sempre più frequente la sensazione di felicità che mi accompagna durante la giornata!

Ho 51 anni, sono separato da qualche anno e ho una bellissima figlia.

La madre lasciandomi è riuscita a portarmi via tutto quello che avevo, non rispettando me e non rispettando la figlia, mi ha tradito, mi ha deriso ed umiliato.

Io l'amavo davvero tanto, solo che appunto a causa delle sue violenze psicologiche e talvolta fisiche non la desideravo più sessualmente ma comunque sia la veneravo. La sua presenza riempiva la mia vita tanto da rendermi ormai cieco e non riuscire più a vedere la realtà. Ho ritrovato pian piano la forza di reagire, mi sono riscoperto un'altra persona, ho affrontato e superato difficoltà enormi, ho riacquistato fiducia in me stesso, ho recuperato l'amore e la fiducia di mia figlia, ho imparato a trattare con gli avvocati e cercare di recuperare parte di quella dignità che la mia donna mi aveva tolto. A 50 anni ho riscoperto il sesso, ho scoperto di essere un buon amante, un ottimo compagno, ho scoperto di essere amato, ho scoperto di essere ben voluto dagli amici che mi tengono in alta considerazione, cammino a testa alta e non mi preoccupo più di sentirmi un fallito, mi sento vivo, mi sento finalmente un uomo e sopratutto un padre.

I danni che questa donna ha lasciato però nella mia strada sono ancora enormi, le macerie rimaste intralciano quotidianamente la mia strada, il lavoro di ricostruzione da me iniziato sarà lungo e faticoso, ma adesso ho le idee molto chiare e niente mi spaventa più.

Adesso so cosa è una violenza psicologica, adesso capisco l'assillante controllo esercitato dalla mia ex sulla mia vita, le sue scelte fatte anche per mia parte, i suoi gusti imposti, la sua voce più alta della mia, l'estremo bisogno di controllare ogni mio movimento, di giudicarmi in continuazione, il non dirmi mai un ti amo od un ti voglio bene, o ancora meglio un "hai fatto una cosa buona". Eppure io sono un buon lavoratore, un buon padre, sono benvoluto dalla gente, sono socievole, intelligente, non ho nessun vizio, non bevo, non fumo, mi piace lo sport ....

Eppure è successo a me e adesso non mi rimane che godere di tutto il tempo che mi rimane davanti e non sprecare neanche un minuto inutilmente !!!!

[…] sento di non essere una mosca bianca. Da circa otto mesi sono stato in analisi con una psicologa, una esperienza terminata proprio alcune settimane fa . Un’esperienza che mai in vita mia dimenticherò, che mi ha aperto ulteriormente la mente e sopratutto la vista , tanto che tutto ciò che mi passa davanti riesco a metterlo a nudo, dopo naturalmente essere stato messo a nudo io stesso.