Virtù e benefici della lattuga in cucina, cosmesi e contro disturbi e malanni

Amata sin dall’antichità, cara a Egizi e Romani, è particolarmente indicata per le donne in menopausa contro insonnia, nervosismo e ritenzione idrica

di Stefania Elena Carnemolla - Giornalista pubblicista   -   Twitter

Nell’antico Egitto era sacra al dio Min, divinità della fertilità e della fecondità, con cui veniva raffigurata nei geroglifici. I Romani la chiamavano lactuca per il suo succo lattiginoso, il lactuario, che, spiega l’Antica Farmacia Sant’Anna dei Frati Carmelitani Scalzi di Genova, contiene principi amari come l’alcaloide lattucina e l’acido lattucico, nonché lattucopicrina, sostanze cristalline come la lattucerina, acidi organici, enzimi, vitamine A, B, E, zuccheri, sali minerali e altre sostanze.

Lattuga © Consumer Reports

Parliamo della lattuga, considerata da sempre ortaggio amico della dieta, ricchissima d’acqua, con poche proteine e carboidrati, quasi zero grassi e che contiene vitamine come la A, alleata dell’abbronzatura, B1, B2, B3, B4, B5, B6, B9 o acido folico indicata contro le anemie, i disturbi mentali della senecescenza e in gravidanza per prevenire le malformazioni del feto, la C, protettiva dei capillari, E, K, nonché sali minerali come calcio, ferro, fosforo, magnesio, manganese, potassio, rame, selenio, sodio, zinco.

Dieta con insalata © PxHere

Il bromo ne fa, invece, un alimento contro la fame nervosa, tanto che la lattuga è indicata, in particolare, in menopausa contro gli stati nervosi e i risvegli notturni - la lattuga, come estratto o decotto, cura, infatti, l’insonnia. Grazie alle sue proprietà diuretica in menopausa è anche consigliata contro la ritenziona idrica.

Dieta in menopausa © Pinterest

La sua cellulosa contrasta, invece, la stitichezza mentre la sua capacità di abbassare i livelli dello zucchero nel sangue ne fanno un alimento adatto ai diabetici. Diversamente non è indicata per chi soffre di allergia al nickel e deve, pertanto, seguire un dieta a basso tenore di nickel.

Lattuga © PxHere

UN AIUTO A PELLE E MUCOSE

La lattuga, che è un buon rimedio contro le afte della bocca, lacerazioni della mucosa orale che possono interessare labbra, guance, lingua e regione sottolinguale, è da sempre apprezzata per il suo potere sfiammante e calmante contro rossori, scottature, foruncoli e infiammazioni della pelle, spiega la Fondazione Campagna Amica di Coldiretti, che ricorda come contro l’acne sia, ad esempio, indicato il decotto, mentre contro foruncoli, ascessi e scottature cataplasmi delle sue foglie e olio d’oliva. Contro la pelle secca ed irritata la Fondazione Campagna Amica consiglia, ad esempio, una maschera vitaminica e decongestionante con foglie fresche frullate e olio di germe di grano, con le prime che aiuteranno la pelle a ritrovare elasticità e luminosità e, il germe di grano, a contrastare le rughe. Contro la couperose c’è, invece, chi propone una maschera con foglie di lattuga frullate, tuorlo d’uovo e farina di mandorle dolci.

Lattuga © PxHere

Consigli beauty sono anche quelli dell’Antica Farmacia Sant’Anna dei Frati Carmelitani Scalzi che insegna, ad esempio, come preparare in casa un detergente naturale alla lattuga adatto a ogni tipo di pelle: “Far bollire per dieci minuti, in poco latte, qualche foglia di Lattuga fresca ben lavata, filtrare il tutto con un colino e aggiungere due cucchiai da tavola di yogurt fresco. Mescolare, amalgamare bene il tutto e utilizzare come latte detergente per la pulizia quotidiana del viso e del collo”.

Un altro rimedio è quello per mani screpolate, ruvide e arrossate: “Per avere mani lisce e morbide, fare ogni sera degli impacchi nel seguente modo: fare cuocere alcune foglie di Lattuga in poco burro fuso fino a quando si ottiene un impasto denso e piuttosto consistente. A questo punto filtrare il tutto attraverso un tovagliolo o un pezzo di telo di cotone, aggiungere un cucchiaio di miele fluido e applicare il composto così preparato sulle mani screpolate, massaggiare delicatamente in senso rotatorio”.

O il tonico rinfrescante e ammorbidente per pelli fragili: “Far bollire due piante di Lattuga in 1,5 l di acqua per venti minuti circa, colare il liquido in una bottiglia da tenere ben chiusa. Il liquido di decozione va usato come tonico applicandolo sul viso mattina e sera”.

Lattuga © PxHere

PRODOTTI ALLA LATTUGA

In commercio si trovano saponette alla lattuga; burro corpo, per il dopo bagno o il dopo doccia con estratto di lattuga e cetriolo, olio di riso, burro di karitè e burro di cacao, per il ripristino idro-lipidico della pelle; saponi detergenti liquidi dal potere idratante e nutriente agli estratti di lattuga, kiwi e olio d’oliva; mousse detergenti per pelli miste al cetriolo e lattuga; lozioni toniche alla lattuga; creme giorno idratanti e rivitalizzanti per il viso alla lattuga, malva e camomilla e per pelli giovani e delicate; creme per il trattamento della couperose con estratto di lattuga e camomilla, dal potere lenitivo, e di iperico, ippocastano, hamamelis, equiseto e piantaggine, dalle proprietà antinfiammatorie, astringenti e vasoprotettive contro gli arrossamenti da fragilità capillare.

UTILIZZI DELLA LATTUGA

Della lattuga, spiega l’antica farmacia genovese, si utilizzano sostanzialmente il lattice essiccato, raramente fresco, e le foglie fresche, raramente essiccate. Dose consigliata giornaliera del lattucario è di 0,1-1 g. Questa, invece, la ricetta del decotto: “Far bollire, per dieci minuti circa, 100 g di Lattuga (meglio quella amara, oppure quella coltivata, ben aperta e fiorita) in un litro di acqua, togliere dal fuoco, lasciar riposare per dieci minuti, quindi filtrare e bere a tazze secondo le indicazioni. Addolcire con un poco di miele”. E del succo fresco: “Centrifugare, a media velocità, la quantità desiderata di foglie di Lattuga fresca, fino a ottenerne il succo. Bere mezzo bicchiere 2-3 volte nel corso della giornata, soprattutto prima di andare a dormire alla sera. Se il gusto è troppo sgradevole mescolarlo con succo di limone”.

In erboristeria o in farmacia si può, invece, acquistare lo sciroppo di lattuga con 3 g circa di estratto fluido di lattucario e 97 g di sciroppo semplice, posologia 2-3 cucchiaini al giorno, spiega l’antica farmacia genovese, a seconda dei casi.

Quali preparati consumare in caso di disturbi o malanni? La lattuga, ad esempio, aiuta contro la tosse convulsa e quella canina: “Bere all’occorrenza, durante la giornata” spiega l’antica farmacia genovese “quattro tazze di decotto di Lattuga addolcite con un cucchiaino di miele, l’ultima prima di coricarsi alla sera, oppure prendere 2-3 cucchiai di sciroppo il giorno. In alternativa assumere una punta di cucchiaino da caffè (seguire le dosi sopraindicate) di lattucario. Se i sintomi persistono consultare il medico”.

Contro contusioni, dolori muscolari e nevralgici, gonfiori e irritazioni della pelle seguire, invece, queste indicazioni: “Applicare” spiega l’antica farmacia genovese “direttamente sulle zone doloranti un cataplasma preparato con foglie di Lattuga bollite per qualche minuto in poca acqua, unite con un poco di olio di oliva e stese su una garza, lasciare agire per venti minuti circa. Inoltre per attenuare dolori muscolari e nevralgici, bere 2-3 bicchieri al giorno di succo fresco di Lattuga, se si desidera, condire con limone e un pizzico di sale”. 

Contro insonnia, irritabilità stati di eccitazione bere, invece, “tre tazze al giorno di decotto di Lattuga, e un’ultima prima di andare a dormire, oppure prendere durante la giornata da 0,5 a 1 g di lattucario e bere inoltre due mezzi bicchieri di succo fresco di Lattuga”, mentre contro l’intestino per regolare l’attività intestinale e un’azione rinfrescante e blandamente lassativa “bere, quando è necessario, due bicchieri di succo fresco di Lattuga”. Per calmare l’eccitazione sessuale, la lattuga è, infatti, conosciuta da secoli come antiafrodisiaco, “bere durante la giornata tre tazze di decotto di lattuga, oppure prendere un cucchiaino di lattucario, in alternativa bere mezzo bicchiere di succhi freschi due volte il giorno”.

Infine, una raccomandazione: non superare mai le dosi consigliate perché il lattice, spiega l’antica farmacia genovese, a dosi massicce può diventare velenoso e provocare irritazione agli occhi.

LATTUGA IN CUCINA

Dai piatti freddi a quelli caldi in cucina la lattuga è molto versatile. La Fondazione Campagna Amica consiglia, ad esempio, involtini con carpaccio di manzo: “Stendetene alcune fette sulle foglie private della costa centrale, condite con sale, pepe, scorza di limone e senape; arrotolate le foglie farcite e fermatele con degli stuzzicadenti”. O polpette di lattuga al pecorino: “Per prepararle” spiega “mescolate le foglie - preventivamente sbollentate in acqua salata e tagliate finemente - con due uova sbattute, sale, pepe, una manciata di pecorino grattugiato e una di pan grattato. Passate le polpette ottenute con questo composto nell’uovo e poi nel pangrattato. Infornatele a 180 gradi per 20 minuti dopo averle irrorate con poco olio”. O, infine, un’insalata “insolita e saporita” con frutta secca e castagne alla glassa da condire con olio extra vergine d’oliva, sale, pepe e una spruzzata di glassa di aceto balsamico.

Lattuga in cucina © Consumer Reports

Barbara Stocchi, agrichef di Campagna Amica, spiega, invece, come preparare una vellutata di porri e lattuga. Ingredienti per 4 persone: 2 porri di media grandezza, 300 g di lattuga, 200 g di patate, 200 g di zucca gialla, 3 bicchieri d’acqua 1 fettina di pancetta, sale q.b. e olio q.b. “Tagliare a tocchetti i due porri, la lattuga, le patate e la zucca. Soffriggere in un tegame la fettina di pancetta con dell’olio. Aggiungere prima i porri per farli leggermente appassire, poi unire gli altri ingredienti insieme a 3 bicchieri d’acqua, aggiungere sale e far bollire il tutto per 30-40 minuti. Al termine della cottura, togliere la pancetta e frullare il tutto. Da servire caldo con dell’ottimo olio extravergine di oliva a crudo e una spruzzata di parmigiano o pecorino. A piacere, si possono aggiungere cubetti di pane tostato”.

Zuccarella, un’azienda agricola calabrese, propone, invece, una crema di lattuga e menta. Ingredienti: 1 cespo di lattuga, 1 cipolla, 1 l di brodo di pollo, 30 g di burro, 2 cucchiai di panna, foglie di menta, sale e pepe q.b., crostini di pane. “In un tegame” spiega “fondi il burro e insaporisci la cipolla tagliata a fettine sottili. Aggiungi la lattuga a listarelle, fa’ insaporire per alcuni minuti. Versa il brodo, sala, pepa e lascia sobbollire cinque minuti. Aggiungi 15 foglioline di menta fresca, mescola, toglila dal fuoco e frulla. Versa il frullato nella casseruola, aggiungi la panna, scalda un po’ e servi con crostini di pane tostato”.

Infine, l’hummus di lattuga e cannellini di Cortilia, mercato agricolo on line. Ingredienti per 4 persone: 400 g di fagioli cannellini lessati, 5/6 foglie di lattuga, un rametto di menta, mezzo spicchio d’aglio, il succo di un limone e sale q.b.: “Mondate l’insalata, asciugatela per bene e tagliatela in tocchi. Frullatela con i cannellini, l’aglio, la menta, il sale e il succo del limone. Se occorre, per avere una consistenza più fluida, potete aggiungere un paio di cucchiai di acqua fredda. Servite con pane tostato, crackers o taralli”.8

Hummus lattuga e cannellini © Cortilia

Abbiamo parlato di:

Antica Farmacia Sant’Anna dei Frati Carmelitani Scalzi Website | Twitter | Facebook | Instagram | Pinterest | YouTube

Fondazione Campagna Amica Website | Twitter | Facebook | Instagram

Coldiretti Website | Twitter | Instagram

Zuccarella Website | Facebook

Cortilia Webite | Twitter | Facebook | YouTube