Milleunadonna

Gol, spettacolo ed emozioni tra Milan e Como ma ecco qual è la squadra campione d’inverno

Artemio Scardicchio commenta per Milleunadonna l'ultima di andata della Serie A

La Roma batte anche la Sampdoria e si laurea campione d’inverno con 24 punti; la Juventus batte in rimonta il Parma, approfitta del pari nel big match tra Fiorentina ed Inter, e chiude al secondo posto; prima vittoria stagionale per il Sassuolo che vince lo scontro diretto contro il Pomigliano.

Milan-Como Women 3-3

Marcatrici: 10’ Thomas (M), 22’ Thomas (M), 41’ Karlernäs (C), 55’ Fusetti (M), 75’ Beccari (C), 90’+3’ rig. Rizzon (C)

Gol, spettacolo ed emozioni tra Milan e Como che danno vita ad un’emozionante 3 a 3 che premia soprattutto le lariane, capaci di recuperare il doppio svantaggio e di ottenere un punto prezioso in chiave salvezza; per le rossonere anche l’amarezza di aver fallito un rigore che poteva chiudere il match.

Il Milan parte con il piede sull'acceleratore e al ventesimo è già sopra di due gol, entrambe realizzate da Thomas: al decimo assist di Tucceri e destro vincente alle spalle di Korenciova; al ventiduesimo lancio in profondità di Mascarello e prima doppietta in A della francese. Prima dell'intervallo il Como riapre il match con Karlernäs che firma il gol del 2 a 1 con cui si conclude il primo tempo.

La ripresa inizia sulla falsa riga della prima frazione e al decimo Fusetti cala il tris per le rossonere; a metà ripresa il Milan ha l'opportunità di chiudere definitivamente il match ma dal dischetto Tucceri Cimini sbaglia e dà al Como la possibilità di reagire: passano solo 2 minuti e Beccari accorcia nuovamente le distanze. Il finale di gara è un assalto delle lariane che in pieno recupero trovano il gol dell'insperato pari: fallo in area su Hilaj, l'arbitro concede il rigore che Rizzon trasforma di testa dopo la parata di Giuliani.

Roma-Sampdoria 2-0

Marcatrici: 42' Giugliano (R), 83' Haug (R)

La Roma batte anche la Sampdoria, ottiene l'ottava vittoria in nove gare e chiude a quota 24 punti il girone di andata, laureandosi "campione d'inverno".

Contro la Sampdoria le giallorosse disputano un'altra grande gara e dominano il match sin dai primi minuti chiudendo le blucerchiate nella propria metà campo: dopo i tentativi di Glionna, Serturini e Giacinti, è Giugliano a sbloccare il match a 3 minuti dall'intervallo con un calcio di punizione che lascia immobile Tampieri. La centrocampista giallorossa non trovava il gol da maggio scorso proprio dall'ultimo match contro le liguri.

Nella ripresa il copione non cambia e a sette minuti dalla fine è Haug a firmare il raddoppio di testa su assist di Greggi. Con questa rete Haug è diventata la giocatrice che ha segnato più reti nell'anno solare 2022.

Parma-Juventus 1-2

Marcatrici: 19' Martinovic (P), 92' Boattin (J), 96' Gunnarsdottir (J)

Incredibile rimonta della Juventus che in pieno recupero ribalta il vantaggio del Parma ed ottiene la vittoria che vale il secondo posto in classifica.

Le ducali, rigenerate dall'arrivo di mister Panico che durante la sosta ha preso il posto di Ulderici, partono bene e al diciannovesimo passano in vantaggio con Martinovic che di testa sigla il vantaggio delle padrone di casa. La Juventus reagisce subito ma le conclusioni di Girelli e Padersen trovano la pronta risposta di Cappelletti che salva la porta parmense.

Nella ripresa il copione non cambia con le bianconere che sfiorano più volte il gol del pari; in pieno recupero, quando tutto sembrava finito, Boattin con un gran sinistro dalla distanza firma il gol del pareggio; sulle ali dell'entusiasmo le campionesse d'Italia continuano ad attaccare e al sesto minuto di recupero trovano il gol che vale sorpasso, vittoria e tre punti con Gunnarsdottir che mette alle spalle di Cappelletti la rete del definitivo 1 a 2. In virtù di questo successo la Juventus sale a quota 20 punti e sorpassa in classifica sia la Fiorentina che l'Inter.

Sassuolo-Pomigliano 2-1

Marcatrici: 24’ Popadinova (S), 48’ Gallazzi (P), 67’ Clelland (S)

Prima vittoria stagionale per il Sassuolo che batte 2 a 1 il Pomigliano e sale a quota 6 punti in classifica; le neroverdi dimostrano sin dal fischio d'inizio di essere in giornata e passano in vantaggio al ventiquattresimo con Popadinova, che di testa sigla il suo primo gol con la maglia del Sassuolo, il quinto in Serie A. Il Pomigliano reagisce subito e ristabilisce il pari con una prodezza da fuori area di Gallazzi, che sorprende Lonni con un destro imprendibile.

Il match resta vivo e nella ripresa le padrone di casa si riportano in vantaggio con la neo entrata Clelland che trasforma in gol un assist chirurgico di Orsi, regalando alle ragazze di mister Piovani un successo che in campionato mancava dallo scorso maggio (2-1 vs Inter in quel caso, sempre in casa). Il Sassuolo sale a 6 punti, scavalca il Parma e si porta ad una sola lunghezza dal Pomigliano.

Fiorentina-Inter 0-0

Finisce a reti bianche il big match dell'ultima giornata di andata: Fiorentina ed Inter si dividono la posta in palio e si fanno entrambe sorpassare in classifica dalla Juventus che ha vinto in rimonta sul campo del Parma.

Nel primo tempo è l'Inter a condurre il gioco e a sfiorare più volte il vantaggio con Bonetti, ex di turno, e Polli; la Fiorentina va' vicinissima al vantaggio con Mijatovic e Monnecchi che spreca una ghiottissima occasione. Allo scadere della prima frazione altra grande chance per l'Inter con Polli e Karchouni che colpiscono rispettivamente il palo e la traversa.

Nella ripresa è la Fiorentina a creare le più ghiotte occasioni da gol sfiorando il vantaggio con Mijatovic e con Jóhannsdottir che di testa colpisce la traversa. Al triplice fischio non esulta nessuna delle due contendenti: Fiorentina ed Inter vengono entrambe superate dalla Juventus e vedono sempre più lontana la capolista Roma, prima del ranking con 24 punti. 

Leggi anche

Como Women, Matilde Pavan: “Voglio restare professionista il più a lungo possibile, senza trascurare lo studio”

La calciatrice Nice Matiz: “Così concilio il lavoro in fabbrica, lo studio e gli impegni calcistici"

Antonella Milella: "La mia passione per il calcio è stata più forte dei pregiudizi"

Yesica Menin, dall'Argentina a San Marino: “Sono diventata calciatrice ispirandomi a mio fratello. La mia ricetta per il successo"

La portiera laureata con 110 che a un mese dal parto era già in campo

“Inseguo i miei sogni, allontanando i ricordi di un lontano passato da incompresa”, l’intervista a Gaia Rizzioli

L’allenatore in carrozzina: “In Italia il 'diverso' fa paura". E svela la grave umiliazione che ha subito