Serie A: frena la Juve, la Roma rifila sette gol alla Fiorentina e vola

Nella quarta di ritorno la capolista porta a 5 punti il suo vantaggio sulla Juventus. Bene le milanesi. Vittoria importantissima in chiave salvezza per il Pomigliano

Serie A frena la Juve la Roma rifila sette gol alla Fiorentina e vola

Ascolta l'articolo

Leggi più veloce

La capolista Roma rifila addirittura 7 reti alla Fiorentina e porta a 5 punti il vantaggio sulla Juventus, bloccata sul pari dal Sassuolo; bene le milanesi: l’Inter batte la Sampdoria 4 a 0, il Milan batte 2 a 0 il Parma. Vittoria importantissima in chiave salvezza per il Pomigliano, che espugna il campo del Como.

Serie A

4^ giornata di ritorno

Como Women-Pomigliano 0-1

Inter-Sampdoria 4-0

Fiorentina-Roma 1-7

Juventus-Sassuolo 1-1

Milan-Parma 2-0

Classifica

Roma 33 punti

Juventus 28 punti

Fiorentina, Inter 25 punti

Milan 19 punti

Pomigliano 13 punti

Sassuolo 11 punti

Sampdoria, Como 10 punti

Parma 6 punti

Prossimo turno - 5^ giornata di ritorno

21-22 gennaio 2023

Inter – Como

Sassuolo – Fiorentina

Pomigliano – Juventus

Sampdoria – Milan

Parma – Roma

Inter-Sampdoria 4-0

Marcatrici: 30' Polli (I), 44' Karchouni (I), 49' Chawinga (I), 67' Robustellini (I)

Settimo successo stagionale per l'Inter che rifila un poker di gol alla Sampdoria ed aggancia al terzo posto la Fiorentina, battuta dalla Roma; le nerazzurre dimostrano sin da subito la propria superiorità e danno vita ad un match a senso unico: le padrone di casa chiudono subito le ospiti nella propria metà campo e sfiorano il gol con Karchouni e Bonetti e van der Gragt; dopo mezz'ora di assedio ci ha pensato Polli a sbloccare il match di testa e sugli sviluppi di un calcio piazzato. A fine primo tempo il raddoppio nerazzurro con Karchouni che ha approfittato di una respinta corta di Sundsfjord dopo il tentativo di Chawinga.

Nella ripresa il copione non cambia e l'Inter dilaga: al quarto minuto Chawinga realizza il tris e al ventiduesimo Robustellini firma la rete del definitivo 4 a 0.

L'Inter sale al terzo posto a pari punti con la Fiorentina; la Sampdoria patisce la quinta sconfitta consecutiva e resta penultima con 10 punti.

Como Women-Pomigliano 0-1

Marcatrice: 41' Battelani (P)

Importantissima vittoria in chiave salvezza per il Pomigliano che espugna il campo del Como e si stacca dal gruppone di squadre che occupano il penultimo posto.

Dopo un avvio equilibrato il Como resta in 10 per l'espulsione di Beretta: le campane approfittano subito della superiorità numerica e trovano il gol vittoria con Battelani che con un calcio di punizione buca la porta delle padrone di casa. Nella ripresa il Como prova il forcing ma il Pomigliano ribatte colpo su colpo e sfiora in più occasioni la rete del raddoppio.

Per il Pomigliano il secondo successo nelle ultime tre gare vale il sesto posto in classifica; il Como colleziona la quinta sconfitta interna in camposanto e resta  penultimo a quota 10 punti.

Fiorentina-Roma 1-7

Marcatrici: 4', 74' Andressa (R), 17' Greggi (R), 48' Parisi (F), 55' Haavi (R), 85' Kramzar (R), 91' Cinotti (R), 93' Giugliano (R)

Una Roma bella, scoppiettante ed irresistibile rifila 7 reti alla Fiorentina nel match scudetto della quarta giornata di ritorno: le giallorosse ottengono così l'undicesima vittoria in campionato e salgono in classifica a 33 punti, portando ad 8 punti il vantaggio sulle terze in classifica.

La Roma dimostra la propria superiorità fin dal fischio d'inizio e dopo soli 4 minuti di gioco già passano in vantaggio: cross di Cinotti dalla sinistra, prima conclusione di Giacinti e colpo vincente di Andressa che batte Baldi e firma l'uno a zero. Le giallorosse restano padrone del campo sfiorano il gol con Giacinti e si portano sul doppio vantaggio con Greggi al diciassettesimo che firma la rete del 2 a 0 con cui si chiude la prima frazione di gioco.

Nella ripresa la Fiorentina parte bene ed accorcia le distanze con Parisi che firma il 2 a 1 dopo la traversa colpita da Longo e la corta respinta di Ceasar sulla conclusione di Johannsdottir. Sembra il preludio di una gara diversa ma la Roma spegne sul nascere le velleità viola: al decimo Haavi firma il tris, emulata da Andressa al venticinquesimo che mette alle spalle di Baldi su assist di Serturini.  La quinta rete porta la firma della giovanissima Kramzar, classe 2006, che su assist di Bartoli realizza la quinta rete. Con questo gol Kramzar diventa la giocatrice più giovane ad aver mai realizzato un gol in serie A. In pieno recupero le ultime due reti giallorosse realizzate da Cinotti, con un tiro dalla distanza, e da Giugliano al novantatreesimo che mette il sigillo sul 7 a 1 finale.

Milan-Parma 2-0

Marcatrici: 44’ Piemonte (M), 58’ Arnadottir (M)

Settimo successo in campionato per il Milan che batte 2 a 0 il fanalino di coda Parma e sale in classifica a 22 punti, restando in scia dell'Inter e recuperando 3 punti sulla Fiorentina.

Il primo tempo è di marca gialloblu, con il Parma che sfiora il vantaggio con Martinovic, Cambiaghi e Arcangeli e tiene il Milan chiuso nella propria metà campo: a fine primo tempo però sono le rossonere a sbloccare il match con Piemonte che di testa mette in rete un cross di Thrige. Nella ripresa l'andamento del match cambia ed il pallino del gioco passa nei piedi del Milan che raddoppia al quarto d'ora: Soffia serve Arnadottir che batte Cappelletti e firma il 2 a 0. La ripresa prosegue con sterili tentativi delle ducali che però non riescono a riaprire il match: al triplice fischio esultano le ragazze di Ganz che rafforzano la quinta posizione, mentre il Parma resta ultimo con soli 6 punti all'attivo.

Juventus-Sassuolo 1-1

Marcatrici: 52’ Salvai (J), 90’+1’ Sciabica (S)

La Juventus non va oltre il pari contro il Sassuolo e scivola a meno 5 punti dalla capolista Roma: esattamente come nel match di andata le neroverdi costringono le bianconere ad un pareggio che serve a poco ai fini della classifica.

Il primo tempo vive di poche emozioni, con le padrone di casa che dettano i tempi di gioco e con le ospiti che si difendono bene, provando a colpire in contropiede; il match di ravviva nella ripresa: al settimo minuto sinistro imparabile di Salvai e palla in rete, con la Juventus che passa in vantaggio. Il Sassuolo reagisce immediatamente e va vicina al pari con Clelland mentre la Juventus sfiora in più occasioni il raddoppio con Beerensteyn, Caruso e Girelli, senza però riuscire a chiudere virtualmente il match. In pieno recupero la beffa: azione convulsa in area bianconera e tap-in della giovanissima Sciabica che realizza la rete del definitivo 1 a 1. La Juventus scivola a meno 5 dalla vetta, il Sassuolo sale a 11 punti, staccando di una lunghezza Como e Sampdoria.

Leggi anche:

La figlia d'arte Marika Bonomo spiega perché il calcio è la medicina giusta per dimenticare i problemi

Como Women, Matilde Pavan: “Voglio restare professionista il più a lungo possibile, senza trascurare lo studio”

La calciatrice Nice Matiz: “Così concilio il lavoro in fabbrica, lo studio e gli impegni calcistici'

Antonella Milella: 'La mia passione per il calcio è stata più forte dei pregiudizi'

Yesica Menin, dall'Argentina a San Marino: “Sono diventata calciatrice ispirandomi a mio fratello. La mia ricetta per il successo'

16/01/2023