Milleunadonna

È tempo di zucca: fatela sposare con il guanciale in un risotto gustosissimo

Tra gli ortaggi di stagione, lo chef Massimo Biale ha scelto la dolce zucca da accostare al sapere deciso del guanciale in un risotto da leccarsi i baffi

Il risotto zucca e guanciale è un primo piatto facile sa eseguire e di sicuro successo anche perché coniuga due ingredienti che si completano tra loro. Da una parte troviamo la zucca, dolce morbida e dall’altra il gunaciale, sapido e croccante. In mezzo una mantecatura fatta con parmigiano e burro che conferisce la giusta cremosità al piatto e dona il tocco finale. Se preferite potete unire al parmigiano una provola affumicata a cubetti. 

Informazioni sul piatto

Esecuzione ricetta: facile

Tempo di preparazione:20 minuti

Tempo di cottura: 40 minuti

Porzioni:4

Ingredienti

320 gr riso carnaroli

500 gr zucca

250 gr guanciale stagionato

1/2 bicchiere di vino

1 LT brodo vegetale

50 gr burro

60 gr parmigiano

sale

pepe nero

Preparazione

Preparare un brodo vegetale e tenerlo in caldo.

Tagliare la zucca a cubetti e metterla all’interno del brodo, in questo modo, invece di mettere una purea di zucca nel nostro risotto, andremo ad aggiungerla mano a mano e si sfalderà da sola durante la cottura.

Tagliare a cubetti il nostro guanciale, privato della cotenna (che potremo utilizzare per un’ottima pasta e fagioli) e metterlo in un padellino antiaderente fino a farlo diventare croccante, quasi bruciato.

Tostare il riso a secco, sfumarlo con il vino bianco e cominciare la cottura aggiungendo mestolo dopo mestolo il nostro brodo e la nostra zucca. Il risotto dovrà rimanere “morbido” (all’onda) per sottolineare il contrasto con la croccantezza del guanciale.

A due minuti dal termine cottura, togliere la pentola dal fuoco e iniziare a mantecare:

aggiungere quindi il nostro guanciale comprensivo del suo grasso sciolto, aggiungere il burro, il parmigiano, sale e pepe a piacere. “Massaggiare” il riso con la parte convessa del mestolo con movimenti circolari profondi e aggiungere, all’occorrenza, ancora un pochino di brodo proprio per mantenere la morbidezza del nostro risotto.

Servire caldo con una spolverata di prezzemolo tagliato fresco a forbice.

Buon appetito!