Passeggera sale in aereo accompagnata dal suo pony tra lo stupore generale

Può un cavallo fare il check-in in aeroporto? Certo, è successo al pony Flirty che, insieme alla sua proprietaria Abrea Hensley, è salito su un volo American Airlines, con partenza da Chicago. Il viaggio non l’ha fatto in stiva, ma in una normalissima postazione accanto a tutti gli altri passeggeri “umani”.

La cosa non è passata inosservata e non sono mancati i tweet dei passeggeri stupiti o semplicemente incuriositi di vederlo a bordo, come Amberley Babbage che sul proprio profilo ha scritto:

“Oggi c’era un piccolo cavallo in fila all’aeroporto e sono così curiosa.”

Il motivo della sua presenza è stato presto svelato dalla compagnia aerea: la proprietaria soffre di ansia, depressione e disturbo da stress post-traumatico, e gira con un pony addestrato perché è allergica ai cani, solitamente gli animali di servizio più comuni.

American Airlines ha quindi ritenuto opportuno farlo salire a bordo in quanto animale che rispetta i requisiti della compagnia, riportati anche sul sito web, consapevole di quanto i pony, come d’altronde cani e gatti di servizio, siano fondamentali come accompagnatori.

Il pony, nel caso di Abrea, svolge infatti una funzione preziosa perché la aiuta a mantenersi tranquilla fra la gente e lei se lo porta praticamente ovunque. Nonostante lo stupore generale, Flirty è riuscito subito a farsi voler bene e persino il pilota è uscito a salutarlo, come ha dichiarato Abrea in un post su Instagram:
"Sono stati fantastici, gentili e molto entusiasti di vedere Flirty sul loro volo! Anche i piloti sono usciti per salutare".

La donna, in un altro post pubblicato sulla pagina Instagram di Flirty, ha spiegato che il pony è stato a proprio agio durante l’intero viaggio, nonostante fosse la prima volta che prendeva un aereo.

Bravo Flirty e brava la compagnia aerea che ha dimostrato grande sensibilità!

Laura De Rosa - GreenMe.it