Accessori per cani e gatti: i rischi dei prodotti non certificati

In commercio sono ormai tanti i prodotti e gli accessori per cani e gatti: cibo, abbigliamento, guinzagli, cucce, giochi, trasportini. Alla sempre più crescente domanda è corrisposta, infatti, una variegata offerta, molto attiva in particolare sull’e-trade. Ormai si compra di tutto, dai prodotti più economici ai più costosi, dai più semplici ai più originali, dimenticando molto spesso di chiedersi se siano sicuri o meno.

Come scegliere, pertanto, in tutta sicurezza accessori e prodotti per gli animali di casa?

TÜV Italia, del gruppo TÜV SÜD, ente indipendente di certificazione, ispezione, testing e formazione, ricorda come non sempre esistano in Europa e nel resto del mondo “normative o regolamenti che consentano di disciplinare in modo chiaro e univoco” tutti questi prodotti, da qui la necessità di una “certificazione certa”. Per compensare questo vuoto normativo gli esperti di TÜV Italia, in collaborazione con TÜV SÜD, hanno creato dei team di lavoro per stabilire protocolli interni di prova allo scopo di validare prodottti safety friendly.

I guinzagli, ad esempio: molti proprietari s’erano lamentati del fatto che i loro amici a quattro zampe avessero subito delle lesioni in corrispondenza del punto di fissaggio del guinzaglio. Attraverso un’analisi del rischio il team di TÜV Italia ha, così, sviluppato un protocollo di prova per guinzagli grazie a cui, quindi, concedere o meno il marchio di sicurezza: “L’ergonomia del guinzaglio di un animale domestico” spiega Gianpaolo Mensa, business line manager settore Hardline di TÜV Italia, Laboratorio di Scarmagno, nel torinese “viene verificata con gli stessi principi ed analoga severità applicati per le verifiche su prodotti a contatto con un bambino o con un adulto. In particolare, verifichiamo che i guinzagli non abbiano bordi particolarmente vivi ma che, al contrario, siano dolci, arrotondati. Anche l’impatto che può avere con il manto dell’animale è un aspetto importante e per questo verifichiamo che non sia messo a rischio da residui di lavorazioni industriali. Non esiste un macchinario specifico per tali verifiche e quello che viene messo in campo, al servizio dei nostri amici animali, è la competenza acquisita in anni ed anni di testing su prodotti del settore child care”.

Il team di TÜV Italia ha anche creato un protocollo per i trasportini: “Normalmente” spiega Gianpaolo Mensa “facciamo riferimento ai requisiti in ambito automotive per i sistemi di trasporto animali che vengono installati a bordo veicolo, mentre per i trasportini da gatto classici abbiamo preso spunto dalle normative in ambito valigeria. Ad esempio, per verificare la resistenza dei sistemi di ritenuta che devono limitare l’area passeggeri-uomo da quella animali simuliamo una decelerazione improvvisa, frenata, ma di piccola entità, tipica di un traffico cittadino. Se il separé che divide le due zone dovesse cedere facendo proiettare il nostro amico a quattro zampe al di là di tale limite, sarebbe messa a rischio sia l’incolumità dell’animale che quella dei passeggeri. Per un trasportino, invece, realizzato totalmente in plastica il rischio è che, se non ben dimensionato, possa cedere ad un carico leggermente superiore a quello previsto, il quale dovrebbe sempre essere indicato sul prodotto in modo permanente e durevole. Per tale motivo abbiamo pensato a prove di carico con coefficienti di sicurezza adeguati a garantire un buon livello di safety”.

Altri prodotti spesso comprati senza le dovute verifiche sono i giocattoli, molto spesso tossici e immessi in commercio chimicamente non verificati. Oltre ad essere pericolosi per gli animali di casa, lo sono anche per i bambini: “Un bambino” ricorda, infatti, Gianpaolo Mensa “può utilizzare un giocattolo per animali come abituato a fare con i suoi con la certezza che esso entri in contatto con bocca, occhi e orecchie. Punti sensibili e altamente a rischio per i più piccoli”. Anche per i giocattoli il team di TÜV Italia ha creato un protocollo per verificarne tossicità o meno dei materiali, nonché la resistenza in situazioni di stress fisico, simulando, ad esempio, le forze esercitate dall’animale durante il gioco.

Comprare, pertanto, prodotti ed accessori per gli amici a quattro zampe sempre di buona qualità, nonché certificati a garanzia della loro sicurezza e del loro benessere.

 

Abbiamo parlato di:

TÜV Italia Website Twitter Facebook LinkedIn

TÜV SÜD Group Website Facebook Twitter LinkedIn