Asparago, ortaggio salutare e versatile in cucina: benefici e ricette

C’è chi con gli asparagi ha creato una birra artigianale utilizzando, invece del luppolo, lo scalz, la parte più vicina alla radice, quella più dura, che in passato veniva usata per preparare i risotti. La speciale birra si chiama Asparagus, ha un sapore delicato e leggermente amaro ed è nata da un’idea di Maurizio Donadi, enologo di San Polo di Piave, con la collaborazione dei mastri birrai del Birrificio Trevigiano e di Eleven Trade, azienda trevigiana specializzata in soft drink e spirit. Preparata con lo scalz dell’asparago bianco IGP di Cimadolmo, è stata utilizzata acqua di risorgiva di San Polo di Piave, nuovamente purificata.

L’asparago, che sia coltivato o selvatico, è un classico del cestello della spesa di maggio. Tante le varietà, anche molto pregiate come, oltre al citato asparago bianco di Cimadolmo, quello verde di Altedo, l’asparago bianco di Cantello, quello bianco e verde di Badoere, tutti con denominazione di indicazione geografica protetta.

Conosciuto ed utilizzato sin dall’antichità, l’asparago ha tante virtù: “Grazie al suo ricco contenuto in acqua” spiega la Fondazione Campagna Amica di Coldiretti “stimola la diuresi”, mentre “sotto forma di decotto” è un buon rimedio per “gotta e calcoli” con “notevoli benefici soprattutto a livello renale”. “Come l’avocado e i cavoli” ricorda, dal canto suo, Cortilia, mercato agricolo online che mette in contatto consumatori con agricoltori, allevatori e produttori artigianali per l’acquisto di prodotti agrolimentari, per la bellezza e la cura della casa “anche gli asparagi fanno parte di quegli alimenti utili per la depurazione dell’organismo, grazie all’asparagina in essi contenuta che costituisce un diuretico naturale e permette di espellere il sodio in eccesso. E si sa, le pulizie più accurate si fanno sempre in primavera!”       

Gli asparagi, che sono ipocalorici, sono anche ricchi di fibre, un buon rimedio naturale contro la stipsi e l’intestino pigro e con benefici, quindi, sul transito intestinale.

Grazie al manganese ed alla vitamina A sono, invece, un alleato della bellezza, tanto che, spiega la Fondazione Campagna Amica, un loro “abbondante e regolare consumo, aiuta a mantenere giovane ed elastica la pelle, contrastando i segni dell’invecchiamento”. Dal riconosciuto potere antiossidante, gli asparagi contengono anche potassio, vitamina C, vitamina E, oltre alla vitamina K, importante per la circolazione sanguigna grazie alla sua capacità di fluidificare il sangue e nel contrasto all’osteoporosi. Gli asparagi contegono anche rutina, flavonoide indicato contro le infiammazioni, le emorroidi, la coagulazione del sangue e che esercita un’azione benefica anche sui capillari, rinforzandoli. 

Un ortaggio non solo salutare, ma anche prelibato e molto versatile in cucina. Cortilia propone, ad esempio, alcune ricette con tre varietà di asparagi provenienti da aziende agricole italiane selezionate: l’asparago verde, la qualità più comune, quello bianco, dal “sapore più dolce e delicato”, quindi, l’asparago viola, “dal sapore leggermente più amarognolo e ricco di antocianine, potenti antiossidanti”.    

Riciclando il pane raffermo, Cortilia consiglia, ad esempio, le polpette di pane alla carbonara, preparate con un mazzetto di asparagi, farina, parmigiano grattugiato, latte, uova ed una fetta di guanciale.   

Come primo piatto suggerisce, invece, le tagliatelle al grano saraceno o pizzoccheri con asparagi preparate non secondo la ricetta classica della Valtellina con biete, verze, patate e formaggio di montagna, ma con ricotta, misto di noci, pinoli e mandorle, cipolla, carota, olio extravergine di oliva, pepe, un pizzico di sale ed una scorza di limone. 

Altro primo piatto, la vellutata di asparagi e patate con foglie di rapanello, con le verdure passate al mixer e, quelle rimaste, da cuocere al forno e aggiunte croccanti alla vellutata. Fra gli altri ingredienti un cipollotto, olio extravergine di oliva, brodo vegetale, un pizzico di sale ed uno di pepe.

Come secondo piatto o anche come contorno Cortilia consiglia, invece, gli involtini di asparagi, adatti alla cottura al forno, con pancetta arrotolata, parmigiano e pepe.

La Fondazione Campagna Amica propone, invece, la classica ricetta a base di asparagi bolliti da servire ancora caldi con olio e sale accompagnati da uova in camicia. “Si possono consumare anche crudi” ricorda, tuttavia “tagliati a rondelle e mescolati in una croccante insalata verde magari condita con olio extravergine di oliva, succo di limone e un pizzico di sale, oppure cotti al vapore e conditi con burro fuso e succo di limone, per accompagnare una prelibata entrecôte”.

La Fondazione Campagna Amica consiglia anche un’originale ricetta con avocado, a causa dei cambiamenti climatici entrato a far parte dei prodotti made in Italy”: “Questo frutto tropicale si sposa benissimo sia con il dolce che con il salato; per chi fosse curioso di provare una variante vegetariana della classica insalatona estiva, consigliamo un ricco piatto di avocado, asparagi, sedano, carote, olive verdi e scalogno profumato con timo e curry”.

Per gli amanti della carbonara una variante con gli asparagi rosolati in padella con aglio ed olio e con cui condire gli spaghetti con “uova sbattute, pecorino grattugiato, sale e pepe”.

Tocco, infine, di fantasia, l’insalata agli asparagi con fiori commestibili. 

 

Abbiamo parlato di:

Birrificio Trevigiano Facebook

Eleven Trade Website Facebook

Fondazione Campagna Amica Website Twitter Facebook Instagram

Coldiretti Website Twitter Instagram

Cortilia Website Twitter Facebook Google+ Instagram

Polpette di pane alla carbonara Ricetta Cortilia

Tagliatelle al grano saraceno con asparagi Ricetta Cortilia

Vellutata di asparagi e patate con foglie di rapanello Ricetta Cortilia

Involtini di asparagi Ricetta Cortilia