Batterie, pile, Raee e Pfu, Cobat gestisce oltre 140mila tonnellate

Batterie, pile, Raee e Pfu, Cobat gestisce oltre 140mila tonnellate
di Adnkronos

Roma, 8 mag. (AdnKronos) - Cobat nel 2018 ha avviato al riciclo oltre 140mila tonnellate di rifiuti tecnologici, tra batterie al piombo, pile portatili, Raee e Pfu. E' quanto emerge dal Rapporto Cobat 2018. "Cobat da oltre 30 anni - afferma Giancarlo Morandi, presidente Cobat - è il braccio operativo di un’economia circolare che trasforma in nuove materie prime montagne di prodotti non più utili, erroneamente considerati rifiuti. Aggiustiamo costantemente il nostro lavoro al cambiare degli orizzonti, normativi e tecnologici. Seguiamo gli andamenti, tutt’altro che rettilinei, della politica e del mercato in Italia e in Europa. Oggi finalmente possiamo dire che l’economia circolare sta iniziando a diventare quello che tutti noi speravamo: la normalità". Nel 2018 il Consorzio ha raccolto oltre 116mila tonnellate di batterie al piombo esauste. Le Regioni che registrano il maggiore incremento dei quantitativi di raccolta sono Molise (+17%), Campania (+11%) e Lazio (+8%). In termini assoluti, invece, Lombardia, Veneto e Campania raggiungono i migliori risultati rispettivamente con oltre 22mila tonnellate la prima e oltre 12mila tonnellate le altre due. Nel 2018 sono state oltre 6mila le tonnellate di pile portatili esauste raccolte in tutta Italia. Nel 2018 si registra una diminuzione della raccolta di pile portatili, circa il 10% a livello nazionale; l’andamento è legato principalmente alle diminuzioni riscontrate in Lombardia (-30%), Veneto e Lazio, che restano tuttavia in termini assoluti le Regioni più virtuose, rispettivamente con 353 tonnellate, 245 tonnellate e 96 tonnellate di pile portatili esauste raccolte. Le differenze di raccolta su base regionale - spiega Cobat - sono riconducibili principalmente alla riassegnazione delle Province di competenza ad opera del Cdcnpa-Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori valida per il biennio 2018-2020. Il 2018 ha rappresentato per Cobat un anno significativo nella gestione dei Raee-Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche: i 1.392 Punti di Raccolta gestiti in tutta Italia hanno prodotto quasi 19mila tonnellate di Raee (+35,43%). Nel 2018 si registra una crescita di raccolta costante in tutti i Raggruppamenti, in particolare il Raggruppamento R2 (altri grandi bianchi, +381%), seguito dal Raggruppamento R4 (piccoli elettrodomestici, +113%). Il Raggruppamento R3 (Tv e monitor), con oltre 8mila tonnellate, resta in assoluto quello in cui il Consorzio registra la maggior quantità raccolta. Per quanto riguarda i Raee professionali, la raccolta è gestita direttamente dal Consorzio con operatori logistici altamente qualificati ed è passata dalle 1.360 tonnellate del 2017 alle 1.401 tonnellate del 2018. Il quantitativo di Pfu-Pneumatici Fuori Uso nel 2018 ha superato le 2mila tonnellate (+6,5%).