Comedy Wildlife Photography Awards, humour bestiale

Dopo aver selezionato più di 3500 scatti provenienti da 86 paesi del mondo vagliandone qualità fotografica e capacità di divertire, dal quartier generale dei Comedy Wildlife Photography Awards era stato annunciato: “Preparatevi a ridere a crepapelle perchè i Comedy Wildlife Photography Awards hanno i loro 40 finalisti”.

Il concorso fotografico, nato da un’idea di Paul Joynson-Hicks e Tom Sullam, due fotografi di fama con base in Tanzania, è un’isola felice perchè ha scelto di sensibilizzare l’opinione pubblica sugli sforzi di conservazione della fauna selvatica iniettando un po’ di humour nel mondo della fotografia naturalistica: “Aumentare la consapevolezza attraverso la fotografia, coinvolgere le persone e usare l’umorismo come rinforzo positivo delle cose buone, piuttosto che concentrarsi sulle immagini negative che sono state storicamente utilizzate” aveva spiegato Tom Sullam, dopo aver capito con gli altri che le persone sembravano apprezzare, divertendosi a loro volta, le “immagini di animali che facevano cose divertenti!”.

Galeotta del premio fu la Tanzania, paese culla di animali selvatici, una “natura selvaggia”, così Tom Sullam, tuttavia in pericolo a causa delle azioni “distruttive” dell’uomo tanto da far desiderare ai due fotografi di “agire nel nostro piccolo per aiutare”. Dal concorso sono, infatti, nati libri come Wild and Crazy: Photos from the Comedy Wildlife Photography Awards, con i ricavi della vendita che andranno a sostegno della The Born Free Foundation, associazione internazionale di beneficenza fondata dall’attrice cinematografica e televisiva inglese Virginia McKenna, attivista per i diritti degli animali, e dal suo primo marito, l’attore cinematografico e televisivo inglese Bill Travers. La charity, che si dedica al benessere e alla salvaguardia degli animali selvatici, lotta contro gli zoo e lo sfruttamento degli animali in cattività, col tempo s’è fatta portavoce di leoni, elefanti, gorilla, tigri, lupi, orsi, delfini, tartarughe, fauna britannica e altre specie, lavorando con le comunità locali per trovare soluzioni che aiutino le persone e la fauna selvatica a vivere a stretto contatto senza conflitti.

La giuria, che ha scelto vincitori e finalisti dell’edizione 2017 del concorso, era composta oltre che da Paul Joynson-Hicks e Tom Sullam, da Kate Humble, conduttrice televisiva di programmi sulla fauna selvatica, dall’attore e comico Hugh Dennis, dal fotografo naturalista Will Burrard-Lucas, dall’esperto di fauna selvatica Will Travers OBE e dall’editor di viaggi del Telegraph online Oliver Smith. Criterio per la scelta degli scatti qualità combinata ad ilarità. “Uno dei miei preferiti” ha confessato Paul Joynson-Hicks “era la volpe che fa pipì nella buca del golf, so che ci sono molte persone che si sentono allo stesso modo pensando al golf! Ma ci sono stati così tanti scatti incredibili quest’anno, ch’è stato davvero difficile scegliere”.

I vincitori delle cinque categorie sono stati annunciati il 14 dicembre. Vincitore assoluto, nonchè della categoria Portfolio, Tibor Kercz per la sua “brillante” serie di fotografie di un gufo che, persa una zampetta sul ramo, cerca disperatamente di farsi strada per unirsi ai suoi compagni. John Threlfall si è, invece, aggiudicato il premio per la categoria In The Air per la sua fotografia di quattro anatre che volano nel cielo azzurro, con una che sembra lasciare una scia attraverso le nuvole. Il premio On The Land è andato ad Andrea Zampatti per il suo ritratto di un piccolo ed euforico topo di campagna in cima ad un fiore. Troy Mayne ha, invece, vinto per la categoria Under The Sea per la sua esilarante foto di un pesce schiaffeggiato da una pinna di tartaruga marina.

Tra i premi previsti dal concorso, oltre a una borsa fotografica di THINK TANK, certificati da montare alle pareti, un viaggio per un reportage fotografico in Africa, trofei fatti a mano da uomini e donne disabili di una ong di Dar es Salaam, in Tanzania.

 

Abbiamo parlato di:

Comedy Wildlife Photography Awards Website Twitter Facebook Instagram

Wild and Crazy: Photos from the Comedy Wildlife Photography Awards Scheda

The Born Free Foundation Website Facebook Twitter Instagram