Eco-printing: la stampa ecologica su tessuti di fibre naturali

Eco-printing: la stampa ecologica su tessuti di fibre naturali

Ecosostenibilità e bellezza. Sono questi i principi su cui si basa il lavoro di Laura Dell'Erba che dedica la sua passione alla sperimentazione di tinture totalmente naturali, lasciandosi ispirare dall’amore per le piante ed esplorando sempre nuove strade e nuovi sentieri delle arti visive.

E’ all’interno del suo atelier il cui nome, Lalazoo, ha origine dall’unione delle prime due lettere del suo nome e da zoo inteso come luogo movimentato e animato, che nascono i pezzi unici che valorizzano e guardano al connubio amorevole tra arte e natura. Un luogo in cui poter testare e dare vita a quelle tecniche e lavorazioni che avvicinano la moda all’ecosostenibilità, facendo sì che l’artigianalità si possa distinguere sia per le mani sapienti di chi lavora stoffe e materie prime sia per la continua ricerca di quell’eccellenza che fa della salvaguardia dell’ambiente uno dei suoi valori cardine.

L’atelier Lalazoo diventa così nel regno dell’eco-printing, una tecnica che permette di stampare con un procedimento assolutamente naturale foglie, fiori e cortecce direttamente su lana, seta e feltro che vengono trattati, prima della tintura, con una preparazione basata su bolliture e bagni di sostanze naturali tali da rendere le fibre recettive al colore e alle stampe.

Si tratta dell’evoluzione della tintura naturale tradizionale nella quale il tessuto, prima mordenzato opportunamente, veniva posto in un decotto di piante tintorie. Nel procedimento di eco-printing invece le piante tintorie vengono poste direttamente sulla stoffa da dipingere.

Pioniera di questo tipo di procedimento è India Flint, artista australiana che ha effettuato i primi esperimenti utilizzando la pianta autoctona più significativa del suo paese: l’eucaliptus. L’eco-print si è poi evoluto fino a ottenere risultati utilizzando anche piante che crescono a qualsiasi latitudine e clima.

Gli abiti e gli accessori stampati naturalmente si trasformano così in tele che su cui ammirare foglie e fiori e che costituiscono una scelta ecologica sia per i processi di tintura sia per i materiali naturali su cui viene realizzata.

Il principio che muove l’eco-print è quello di adottare pratiche che siano ecosostenibili, impiegando per questo scopo materiali il più possibile riciclati - evitando ad esempio di raccogliere le foglie ma utilizzando quelle già cadute - utilizzando sostanze mordenzanti ecologiche e riutilizzando il più possibile piante, bagni e stoffe.

E’ l’unicità a caratterizzare questo tipo di stampa in cui è spesso difficile prevedere a priori il risultato per variazioni inaspettate e non replicabili dei colori che possono mutare a seconda della stagione, della parte di pianta usata, della fibra tessile, della temperatura, alcalinità o basicità dell'acqua.

La bellezza di questo tipo di tecnica però sta proprio nella casualità, nell’originalità e nell’imprevedibilità che la natura ha in sé e che può essere fissata anche su un vestito.

 

Per informazioni:

Lalazoo Artelier di Laura Dell’Erba

Via Campana 122/124

27024 Cilavegna (PV)

https://www.facebook.com/LalazooArtelier