Food artist, il cibo prestato all'arte

In cucina, si sa, serve creatività. E ne serve ancora di più per ideare piatti artistici, come quelli messi in tavola dai food artist, cioè artisti che compongono piccoli capolavori con ingredienti gastronomici. Così pomodori, insalata, zucchine, melanzane, limone, uova, semi e chi più ne ha più ne metta diventano protagonisti in piatti fuori dal comune; belli a vedersi, gustosi al palato e naturalmente ecologici, considerando che scompaiono di forchettata in forchettata.

Tra le più originali food artist internazionali spiccano: Lee Samantha, mamma malese che crea divertenti, sorprendenti e sani pasti per le sue due figlie e più di mezzo milione di seguaci; Ida Skivenes (alias IdaFrosk) trentenne norvegese che, presa dalla passione per il cibo artistico, ha anche dato vita a The Art Toast Project, un progetto in cui il toast diventa una tela per riprodurre i grandi capolavori d’arte; Hong Hy, architetto che lavora tra Shanghai e la Malesia, e ha scoperto di avere talento nel dipingere con il cibo solo dopo aver postato le sue divertenti creazioni su Instagram.
I cuochi tradizionali trarrano ispirazione dalla loro eco creatività?

Abbiamo parlato di:

Lee Samantha: Blog  Facebook  Instagram

Ida Skivenes: Blog Facebook Twitter Instagram 

Hong Hy: Blog  Facebook  Twitter