Ghirlande di Natale ecologiche

Che Natale sarebbe senza le tradizionali decorazioni casalinghe? Tra queste spiccano le ghirlande, che contribuiscono a rendere magica l’atmosfera natalizia. Possono essere elaborate o piuttosto semplici, noi di Tiscali abbiamo selezionato una carrellata di ghirlande fatte in casa a basso impatto ambientale.

Il segreto è avere (o creare) una base tondeggiante da riempire usando creatività e fantasia. Si possono usare rametti secchi, tessuti colorati, carta variopinta, cartone, pigne secche, frutta, fili di lana, vecchie decorazioni, coccarde, insomma quasi tutto può essere riciclato e trasformato in ghirlande ecologiche, ma belle a vedersi.

Ma come nasce l'idea della ghirlanda? La leggenda tedesca che ruota attorno a questo simbolo natalizio pagano è intrisa di tenerezza; la tradizione popolare narra, infatti, di una casalinga indaffarata con le pulizie natalizie che si ritrova l'albero di Natale pieno di ragnetele. Allo scoccare della mezzanotte Babbo Natale risolve il tutto, trasformando la "patina" chiara che ricopriva l'albero in fili d'oro e d'argento e, per fare un dono alla signora, crea anche una ghirlanda dai mille colori che appoggia sul camino. Da allora, tutte le famiglie utilizzano ghirlande vivaci per celebrare questa festività e ricordare la bontà di Babbo Natale.