Ghirlande di melagrane e bouquet di erbe per la tavola di Natale

Un’idea natalizia tutta naturale per la creazione di ghirlande e bouquet segnaposto con erbe aromatiche, frutti di stagione e bacche di rosa canina

Molte sono le idee per allestire la tavola delle feste, dalle più semplici alle più ricercate. Cortilia, il mercato online per l’acquisto di prodotti freschi e di stagione, nonché artigianali, ha chiesto, ad esempio, a Simonetta Chiarugi, un passato nella moda e oggi una grande passione per la natura e le piante, di illustrare “idee sfiziose” per una tavola delle feste in stile naturale.

Idee facili e low-cost all’insegna della sostenibilità. Simonetta Chiarugi ha, infatti, pensato di abbinare, per la creazione di ghirlande e bouquet segnaposto, erbe aromatiche a frutti di stagione e bacche di rosa, consigliando, per completare l’allestimento, un “tocco verde”, nonché “tovaglioli di cotone, meglio ancora di lino anche colorati”.

Simboli naturali 

La scelta degli elementi naturali si deve anche al loro valore simbolico: “Tra le aromatiche più comuni e durature da utilizzare come recise, il rosmarino, l’alloro e la salvia” spiega Simonetta Chiarugi “rappresentano una valida alternativa alle piante più tradizionali, sono inoltre erbe che celano significati simbolici di buon auspicio, un valore aggiunto molto apprezzato che rende la tavola davvero unica e si rifà ad un metodo di comunicazione non verbale già in voga in epoche passate”.

Per la ghirlanda e il bouquet segnaposto si possono, ad esempio, utilizzare agrifoglio, abete, alloro, bacche di rosa canina, melagrana, ulivo, rosmarino, salvia e vischio, simbolo, rispettivamente, di lungimiranza, elevazione, gloria e successo, speranza e serenità, produttività, ricchezza e fertilità, pace, giustizia e sapienza, immortalità dell’anima, salute e vitalità, vittoria.  

Ghirlanda di Natale 

La ghirlanda è tra i simboli più famosi delle feste natalizie: “Potete realizzare la più classica decorazione natalizia seguendo pochi e semplici passaggi” spiega Simonetta Chiarugi “e per una versione originale e in stile country, sostituite il tradizionale abete e l’agrifoglio, con abbondanti erbe aromatiche, da scegliere in varietà e da abbinare al melograno”.

Per la ghirlanda di melagrane e aromatiche procurarsi, allora, melagrane di piccola taglia, alloro, rosmarino, salvia, bacche di rosa canina, cesoie, fil di ferro da fioristi, stecchino di legno da spiedino, utilizzando una base di rami intrecciati già pronta oppure realizzandola, spiega Simonetta Chiarugi, “attorcigliando dei tralci di piante che producono lunghi rami flessibili, come il kiwi, la clematide, il falso gelsomino o la vite americana”.

Primo passo sarà assicurare alla base con il fil di ferro il primo rametto di erba aromatica, proseguendo, spiega Simonetta Chiarugi, “alternando le varietà e inserendo ogni tanto le bacche di rosa canina e un melograno al quale avrete aggiunto una sorta di gambo inserendo nella polpa, per circa 2 cm, due stecchini di legno da spiedino distanziati fra loro di circa 1 cm. Completate il cerchio e dopo aver tagliato il fil di ferro, fissatelo sul retro del lavoro”. La ghirlanda, così pronta, potrà essere valorizzata con “una candela in tinta con la tavola”.

Bouquet segnaposto 

Un piccolo bouquet di erbe aromatiche “ingentilito” con bacche di rosa canina, è l’idea che Simonetta Chiarugi suggerisce per un originale segnaposto, il tutto legato con uno spago e aggiungendo una “piccola tag” decorata, utilizzando “appositi timbri”, con le iniziali dell’ospite. In questo modo il “bouquet sul tovagliolo segnalerà a ciascun ospite il suo posto”, destinato a diventare “un lieto ricordo della giornata”.     

  

Abbiamo parlato di:

Cortilia Website Twitter Facebook Google+ Instagram

Simonetta Chiarugi Website Facebook Instagram