Harbin festival, la città diventa di ghiaccio

Una forma d’arte particolare e a basso impatto ambientale quella che utilizza neve, ghiaccio, acqua e naturali temperature polari per dar vita a sculture ghiacciate.
L’evento va in scena ogni anno, dal 1984, durante l’Harbin international ice and snow sculpture festival, che si svolge in Cina nell'omonima città della provincia orientale del Heilongjiang, al confine con la Siberia

È diventato ormai un appuntamento irrinunciabile per artisti di tutto il mondo che si ritrovano per realizzare giganti opere di ghiaccio e neve sfidandosi a colpi di scalpello, seghe elettriche e creatività.
Tra le attrazioni dell’attuale edizione spiccano la locomotiva a vapore, la giostra con i cavalli, lo scivolo e il labirinto di ghiaccio, oltre alle riproduzioni di antichi palazzi e di nuovi edifici alti decine di metri, che ridisegnano il paesaggio della città. Quest'anno il festival si tiene dal 5 gennaio al 25 febbraio, anche se le opere si possono visitare fino a primavera quando il tepore del sole inizierà a scioglierle naturalmente.