In vendita la villa sull'Appia Antica che fu del marito della Loren

L’Italia dei parchi e giardini è anche quella delle ville e delle dimore private, che racchiudono ricchezze botaniche, gioielli storici e talvolta archeologici. Patrimoni poco conosciuti, con storie da raccontare.

Tra queste c’è una grande villa romana sull’Appia Antica, poco lontano dal Colosseo, immersa in un parco secolare con alberi ad alto fusto, grandi spazi verdi, statue e piscina riscaldata. La tenuta ha il suo prestigio. La villa padronale, ad esempio: risale all’Ottocento quando fu edificata sui resti di un’antica cava di basalto, che dal 312 a.C. aiutò nella costruzione dell’Appia Antica o Regina Viarum, regina delle strade. Completa il complesso una dépendance. Varcato il muro di cinta, si vedono tre porte, tutte sul giardino. Da una s’accede ad una stanza con volta e pareti di tufo ed il pavimento con un mosaico raffigurante Medusa, figura mitologica greca, con Steno ed Euriale una delle tre Gorgoni, figlie delle divinità marine Ceto e Forco. Accanto, una seconda stanza con volta in calcestruzzo ed antica pavimentazione a mosaico di epoca romana. Al piano superiore, dove si trovano biblioteca e zona notte, c’è un romantico giardino d’inverno.

Uno scrigno romano che l’attuale proprietario ha deciso di vendere, valore 19 milioni di euro, incaricando dell’operazione la Lionard Luxury Real Estate, società, fondata nel 2008 dal fiorentino Dimitri Corti, specializzata in immobili luxury – ville e dimore di lusso, anche storiche, castelli e hotel di prestigio.

Proprietario della villa romana sull’Appia Antica fu, prima dell’attuale, un certo Carlo Fortunato Pietro Ponti, meglio conosciuto come Carlo Ponti, produttore cinematografico italiano, che nel 1957, lui che nel 1946 aveva sposato Giuliana Fiastri, una nobildonna di origine reggiana, avrebbe sposato Sophia Loren, al secolo Sofia Villani Scicolone, allora stella nascente del cinema. Nella villa romana Carlo Ponti visse negli anni Cinquanta con la prima famiglia. Dalla sua dimora sull’Appia Antica sono passati registi come Federico Fellini, Vittorio De Sica, Roberto Rossellini, attori come Alberto Sordi – che vi avrebbe ambientato la scena iniziale del suo film Un tassinaro a New York del 1987–, Silvana Mangano e star hollywoodiane come Kirk Douglas e Antony Quinn ed altre ancora.

Ancora oggi si racconta come Carlo Ponti, amante dell’arte e dell’archeologia, all’arrivo degli ospiti, li invitasse ad entrare, una volta in giardino, dalla più modesta delle tre porte, dietro la quale si nascondeva un tesoro: quella stanza d’epoca romana con volta e pareti che sapevano di tufo, dove, dal pavimento a mosaico, sbucava, inatteso, lo sguardo mitologico di Medusa, quello sguardo, che pietrificava, temuto dagli antichi.

 

Abbiamo parlato di:

Lionard Luxury Real Estate Website Twitter Facebook Google+ Instagram LinkedIn