La frutta dell’autunno per la cura naturale della pelle

La frutta dell’autunno per la cura naturale della pelle

Con il mese di ottobre siamo ormai entrati a pieno titolo nell’autunno con le sue giornate più corte e frizzanti, con le sue tinte calde, la luce che si fa via via via meno intensa, il cambio di armadi e il cotone che lascia il posto alla lana.

La frutta estiva cede lo scettro a quella autunnale: all’uva, ai cachi, al melograno e alle scampagnate nei boschi per raccogliere le castagne. Deliziosa da mangiare, ottima per il benessere del corpo ma anche ingrediente principale di alcuni trattamenti per la bellezza della pelle che si possono preparare a casa.

Uva

Si tratta di uno dei frutti principe dell’autunno, versatile in cucina sia su piatti dolci sia salati, è anche una fonte importante di vitamina C che contribuisce all’aumento della produzione di collagene e di sostanze che stimolano il rinnovamento dell’epidermide. L’uva può essere utilizzata insieme allo yogurt oppure all’olio di vinaccioli per preparare maschere idratanti, emollienti e antiradicali liberi ma è possibile anche utilizzare la polpa degli acini al naturale applicandola direttamente sulla pelle per detergere, soprattutto se i pori sono dilatati, oppure su un batuffolo di cotone come tonico.

Castagna

Ricchissima di vitamine e sali minerali oltre ad essere un frutto molto energetico, la castagna è anche legata al piacere che dà il raccoglierla direttamente nei boschi respirando il profumo dell’autunno. Anche in questo caso parliamo di un frutto molto utilizzato in cucina ad esempio come base per la preparazione di pane o torte, possiede anche proprietà cosmetiche, soprattutto astringenti per le pelli grasse, che vengono risaltate al meglio preparando una maschera a base di polpa di castagne e yogurt. E’ possibile inoltre utilizzare il frutto come ingrediente per uno scrub mescolandolo a dell’olio di mandorle dolci.

Melograno

Inconfondibile è il colore di questo particolare frutto a grani che ci accompagnerà per tutto l’inverno arricchendo e rendendo speciale le nostre tavole. Il melograno vanta moltissime caratteristiche che lo rendono efficace nel mantenere la bellezza del viso: il suo succo mescolato ad esempio all’olio di oliva aiuta a combattere il colorito spento e la pelle stanca donando luminosità e tonicità, se unito invece alla farina di avena si ottiene un effetto esfoliante e rigenerante, per idratare invece può essere mescolato a ingredienti nutrienti il miele o la banana schiacciata.

Caco

Il caco è antiossidante, ricco di vitamina A, C, fibre e betacarotene. E’ un frutto dolce, ottimo per la preparazione di dessert ma anche mangiato al naturale, soprattutto se al punto giusto di maturazione. Se però è la cura del viso a cui puntiamo, la sua polpa può essere una valida aiutante: insieme al miele si ottiene un effetto molto nutriente, con la farina d’avena è possibile energizzare e tonificare la pelle, se la polpa viene invece applicata da sola, senza l’aggiunta di altro, è utile per rinfrescare, idratare e rendere luminosa l’epidermide.