Mulini a vento, non solo energia green

Sarà per le indimenticabili avventure spagnole di Don Chisciotte, personaggio letterario nato dalla penna di Miguel de Cervantes, sarà per lo sfondo floreale che di solito caratterizza i mulini a vento olandesi: di fatto queste strutture, capaci di catturare la forza del vento, continuano a trasmettere fascino e simpatia.

I mulini a vento, la cui origine risale a circa 3mila anni avanti Cristo in Persia, hanno un meccanismo semplice, ma funzionale, ovvero catturano l’energia eolica (l’energia del vento) e la trasformano in energia meccanica per gli usi più svariati, ad esempio per macinare cereali, per segare materiali o - almeno in passato in Olanda - per prosciugare terreni agricoli e renderli coltivabili. Il tutto senza nessun impatto ambientale.

Oggi sono per lo più una testimonianza di decenni passati piuttosto ingegnosi, mentre i più belli non mancano di essere inseriti in tour turistici per trasmettere storia e tradizioni che ruotano attorno ai mulini a vento.