Nidi, le più spettacolari costruzioni degli uccelli

La natura stupisce sempre per bellezza e armonia; così i nidi costruiti dalla maggior parte degli uccelli durante il periodo riproduttivo non smentiscono la regola. In piccolo concretizzano degli esempi di straordinaria architettura, e con il solo utilizzo di materiali di fortuna quali paglia, erbe, rametti, muschio, fango o piume.

Alzi la mano chi non è rimasto sorpreso nel vedere dal vivo un qualsiasi nido "a cestello" (aperto) o "a sacco" (chiuso): del resto le occasioni, quando si vive in campagna, non mancano. Gli uccelli, prediligono sì siti ben nascosti e difficilmente raggiungibili dai predatori, ma alcune specie sembrano non disdegnare gli alberi dei comuni giardini domestici.

Tra i comportamenti singolari spiccano quelli: del cuculo che usa nidi costruiti da altri uccelli; del pinguino imperatore che deposita il suo unico uovo nella neve, covandolo soltanto con il calore del suo corpo; dello storno e del picchio che costruiscono i loro nidi nelle cavità degli alberi; del martin pescatore che adopera buchi scavati nelle pareti sabbiose.