Obiettivo Terra 2018, il contest fotografico premia le Tre Cime di Lavaredo

La foto che ritrae un ragazzo seduto su un crinale di alta montagna mentre contempla la spettacolare veduta delle Tre Cime di Lavaredo, uno dei simboli delle Dolomiti di Sesto, ha vinto Obiettivo Terra 2018, il concorso fotografico dedicato alle bellezze e alle peculiarità dei Parchi e delle Aree Marine Protette d'Italia, promosso dalla Fondazione UniVerde e dalla Società Geografica Italiana Onlus. È stata scattata dal trevigiano Stefan Miron, classe 1989, cui è andato il primo premio. E la gara non è stata semplice, considerando che erano 1.440 le foto ammesse a questa nona edizione, circa il 13% in più rispetto allo scorso anno, di cui il 37% scattate da donne, mentre il restante da uomini.

Tra i Parchi Nazionali più fotografati spiccano quelli del centro Italia: il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. Tra i Parchi Regionali, invece, primeggia il Parco Naturale Adamello Brenta in Trentino, mentre tra le Aree Marine Protette quella maggiormente immortalata è Punta Campanella in Campania.

“Con la forza delle immagini, Obiettivo Terra ci ha fatto riscoprire i tesori del variegato e inestimabile patrimonio custodito dai nostri Parchi e dalle Aree Marine Protette – ha dichiarato Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione UniVerde -. Un patrimonio unico da tutelare e valorizzare: è questa la sfida che dobbiamo vincere se amiamo l’Italia e se rispettiamo Madre Terra. Spero che il futuro Parlamento riesca a raddoppiare le risorse destinate alle aree protette e a prevedere un piano di incentivi per le attività economiche sostenibili che si svolgono in queste aree”.

Il fine di questo concorso fotografico è valorizzare il lavoro quotidiano dei Parchi e delle Aree Marine Protette, orientato alla tutela ambientale, alla salvaguardia della biodiversità, alla difesa delle tipicità locali e permettere la diffusione di un modello di turismo ecosostenibile e responsabile.

“Obiettivo Terra è diventato un evento importante che dà la possibilità a giovani aspiranti fotografi amanti della Terra e dell’ambiente di esprimere il proprio talento attraverso l’uso dell’obiettivo di una macchina fotografica. E le nuove generazioni dimostrano sempre più passione e attenzione nei confronti del patrimonio del Belpaese, che va tutelato e protetto in nome del senso di responsabilità e di appartenenza”, ha concluso Filippo Bencardino, presidente della Società Geografica Italiana Onlus.

Abbiamo parlato di:
Fondazione UniVerde: website Facebook 
Società Geografica Italiana Onlus: website Facebook Twitter