Punture di insetti, spine di ricci e altre amenità della bella stagione: come difendersi

Punture di insetti, spine di ricci e altre amenità della bella stagione: come difendersi

Estate che arriva, fastidiosi inconvenienti che trovi. Dalle punture di insetto a quelle di meduse o tracine, passando per le spine di riccio: sono numerosi i pericoli legati alla bella stagione, allora ecco alcuni consigli su cosa fare per risolverli in modo naturale.

Meduse
Trasparenti e affascinanti, su questo non ci piove. Così come non ci sono dubbi sul dolore che provocano i loro tentacoli appena sfiorano la nostra pelle, proprio mentre siamo intenti a fare un bagno a mare. In caso di puntura, occorre uscire subito dall’acqua, lavare con acqua fresca senza sfregare l’epidermide e fare un impacco con l’aceto. Se l’infiammazione è intensa bisogna andare al pronto soccorso.

Tracine
Sono dei pesciolini che nuotano sulla sabbia. Se toccano il nostro piede provocano un dolore forte che tende irradiarsi lungo la gamba. In questi casi si raccomanda di immergere subito la parte colpita nell’acqua calda per mezz’ora oppure, se manca, nella sabbia bollente. La ferita va pulita con acqua e va applicata una crema anestetica da acquistare in farmacia.

Spine di riccio
Quando si cammina in prossimità degli scogli, spesso ci si imbatte nei ricci di mare. I problemi affiorano appena si calpestano, considerando che se una spina penetra dell'epidermide, è così dolorosa che bisogna farla uscire immediatamente, magari aiutandosi con una pinzetta e facendo attenzione a non spezzarla. Estratta la spina, la ferita va disinfettata con acqua di mare e va applicata una pomata specifica da acquistare in farmacia. Per stare più tranquilli, un consulto al pronto soccorso non guasta.

Zanzare
Dopo una puntura di zanzara la nostra pelle appare irritata e ci vien voglia di strofinare a più non posso, il che peggiora solo la situazione. Che fare? Applicare un gel di aloe vera, che lenisce e accelera la guarigione.  In alternativa, una certa efficacia ce l’ha il succo di limone: applicato sulla parte riduce gonfiore e prurito. Un altro rimedio arriva dalla banana, strofinando sulla puntura la parte interna di una buccia di banana il fastidio svanisce. Il miele è un ottimo rimedio naturale per le punture, basta applicarne un po’ per sentire il dolore e il gonfiore ridursi. Infine, tra i rimedi della nonna più diffusi c’è l’intramontabile ghiaccio. Basta avvolgere il ghiaccio in un panno di cotone e tamponare dove serve per qualche minuto. L’azione vaso costrittiva, anestetizza la parte lesa in modo da ridurre la sensazione di prurito o dolore legata alla puntura d’ insetto

Come prevenire le punture degli insetti
Spesso la sfortuna non c’entra nulla. Il detto “prevenire è meglio che curare”, vale anche per scongiurare di essere punti da qualche insetto. Il modo più semplice per proteggersi è quello delle barriere fisiche, quindi zanzariere nelle zone infestate dagli insetti. Seguono gli indumenti, che hanno un certo peso. Vanno evitati i vestiti colorati e brillanti, preferendo quelli di tonalità chiara. Se ci si concedono delle passeggiate in campagna o comunque dove l'erba è bene indossare indumenti con maniche lunghe, pantaloni lunghi, calzini e scarpe chiuse. Lozioni e profumi molto intesi attirano gli insetti, meglio non usarli. Sì, invece, ad antirepellenti naturali, a base di olio essenziale di geranio, eucalipto, lavanda e così via.