San Valentino tra abbazie sul mare, monasteri e ville romantiche

Dirsi t’amo tra l'Abbazia di San Fruttuoso, il Monastero di Torba e Villa Della Porta Bozzolo, l’invito del FAI

Dirsi t’amo tra beni del FAI, il Fondo Ambiente Italiano che in occasione della festa degli innamorati invita gli amanti di arte, cultura e bellezza a festeggiare San Valentino tra l’Abbazia di San Fruttuoso, il Monastero di Torba e Villa Della Porta Bozzolo.

Sul mare di Liguria

In Liguria, fino al 17 febbraio, in occasione della manifestazione San Valentino...innamorati a Camogli organizzata dalla Pro Loco di Camogli, tutte le coppie in visita all’Abbazia di San Fruttuoso pagheranno un solo biglietto d’ingresso, mentre il 14 febbraio potranno partecipare a un tour dell’abbazia con una “guida d’eccezione”, l’architetto Alessandro Capretti, property manager dell’abbazia, di cui illustrerà storia e architettura, parlando anche del degrado naturale del monumento, come prevenirlo e combatterlo. 

San Fruttuoso si trova nella baia di San Fruttuoso di Capodimonte tra Camogli e Portofino, nel Parco di Portofino. Vi si arriva solo in battello dal mare o a piedi, percorrendo i sentieri del Parco. Nella baia, che fu un tempo covo di pirati, si trovano alcune case di pescatori e la Torre dei Doria, antica famiglia nobile genovese. Nell’VIII secolo d.C. la baia, che aveva una sorgente d’acqua dolce, fu giudicata luogo ideale, anche per la sua inaccessibilità, per la costruzione di una chiesa, mentre secondo la tradizione fu scelta dal martire Fruttuoso apparso in sogno a Prospero, vescovo di Tarragona in fuga dalla Spagna araba, “alla ricerca” racconta il FAI “di un luogo dove portare in salvo le reliquie del Santo”. Nel X secolo la chiesa fu ricostruita come monastero benedettino, con l’abbazia che nel XIII secolo legò il suo destino ai Doria che, spiega il FAI, ne modificarono l’assetto con la costruzione del loggiato a due ordini di trifore e trasferendovi il sepolcreto familiare.   

Il mare di fronte alla baia custodisce la statua del Cristo degli Abissi. Nel borgo si trova anche una foresteria, ricavata in una tipica casa di pescatori e la cui gestione è stata affidata dal FAI al The Landmark Trust, organizzazione benefica inglese la cui missione è quella di salvaguardare dall’abbandono antichi edifici di “elevato interesse storico-culturale”, riportandoli a nuova vita destinandoli a luoghi aperti a tutti.

Cena romantica tra antichità longobarde

Dalla Liguria in Lombardia dove, immerso nel silenzio dei boschi del varesotto, si trova il Monastero di Torba, simbolo di un complesso monumentale longobardo, donato al FAI da Giulia Maria Crespi nel 1977 e incastonato in un parco archeologico oggi patrimonio Unesco.

Il luogo ha un’antica storia di barbari, monache e guerrieri.  

Per San Valentino il FAI ha pensato all’evento Un monastero per due, con visita guidata al Monastero e una romantica cena nel ristorante, gestito dalla cooperativa sociale Il Giardino del Sole, ricavato nel refettorio con menu a base di gamberi e mele stark passate al cognac e zucchero grezzo come antipasto; riso carnaroli, capasanta e limone come primo; branzino ai porri con polvere di liquirizia e patate al timo come secondo; pasta sfoglia a forma di cuore con base di crema catalana e mascarpone come dolce.

Dirsi t’amo in un’antica villa lombarda

Una villa per due è, invece, l’evento che il 14 febbraio avrà come location Villa Della Porta Bozzolo a Casalzuigno, nel varesotto, poco lontano il Lago Maggiore.

Donata al FAI dagli Eredi Bozzolo nel 1989, originaria villa cinquecentesca di campagna, quindi, nel Settecento, “fastosa residenza estiva, Villa Della Porta Bozzolo che oggi fa anche parte del network Il Parco più Bello, ha interni con cicli decorativi del Settecento lombardo, mentre all’esterno si trovano rustici fra cui stalle, scuderie, granai ed un monumentale torchio. Vi sono anche un giardino barocco, un parterre di aiuole, quindi terrazze, una grande scalinata, un declivio verde, il teatro, un viale di cipressi ed uno di tigli, un colle che domina la vallata e la proprietà. L’elegante cancello è sormontato da quattro statue raffiguranti le stagioni, mentre il viale dei tigli si conclude con un’edicola con pronao decorata da un affresco con Apollo e le Muse.

Per San Valentino “gli ospiti” annuncia il FAI “saranno accolti nella residenza settecentesca dei signori Della Porta, eccezionalmente aperta in orario serale. Una visita guidata svelerà le vicende di Gian Angelo III Della Porta, della giovane moglie Isabella Giulini e dei numerosi componenti della famiglia”. Coronerà la serata una romantica cena a lume di candela nel ristorante della villa con una entrée di benvenuto, battuta di carne cruda con topinambur e salsa delicata alle acciughe, riso S. Andrea Dop Baraggia Goio con zafferano di Angera, cavolo nero e salsa al parmigiano, suprema di faraona arrosto con verdure di stagione e salsa allo sherry, pesca sciroppata di Monate, crumble agli amaretti di Saronno e spuma al mascarpone e lamponi, mentre vino, acqua e caffè saranno offerti dai nuovi gestori.

 

Per maggiori informazioni

San Valentino a San Fruttuoso Scheda FAI

San Valentino…innamorati a Camogli Programma

Un monastero per due Scheda FAI

Una villa per due Scheda FAI

 

Abbiamo parlato di:

FAI – Fondo Ambiente Italiano Website Twitter Facebook Instagram LinkedIn

Abbazia di San Fruttuoso Scheda FAI

Monastero di Torba Scheda FAI

Villa Della Porta Bozzolo Scheda FAI Scheda Il Parco più Bello

Pro Loco Camogli Website Facebook

Parco di Portofino Website Twitter Facebook Instagram

The Landmark Trust Website Twitter Facebook

Cooperativa Sociale Il Giardino del Sole Website Facebook

Il Parco più Bello Website Twitter Facebook Pinterest Flickr LinkedIn