Sorgenia: "Orgogliosi di campagna social contro violenza sulle donne"

Sorgenia: 'Orgogliosi di campagna social contro violenza sulle donne'
di Adnkronos

Milano, 14 feb. (AdnKronos) - "Crediamo molto nel fatto che le aziende si debbano impegnare nella società e nella sostenibilità sociale, un'altra cosa di cui siamo convinti è che vogliamo fare la differenza cioè scegliere e intervenire in progetti su sui possiamo dare concretamente un aiuto. Il tema della violenza contro le donne è tra gli argomenti più vergognosi e inaccettabili". Gianfilippo Mancini, amministratore delegato di Sorgenia, illustra i dati della campagna social #sempre25novembre, che ha permesso alla digital energy company di raccogliere 12.600 euro, in poco più di un mese, a favore de La Grande Casa scs onlus, cooperativa che accoglie e accompagna le donne ad uscire da un percorso di violenza. "Siamo un'azienda digital e giovane, tenendo fede a queste nostre caratteristiche - spiega l'ad a margine dell'evento a Milano - abbiamo ideato una campagna che mettesse insieme questi due aspetti. Partendo da Bebe Vio che è la nostra testimonial e da un suo post abbiamo raccolto tantissimi influencer, molti del mondo dello sport che ci hanno aiutato a fare in modo che le fotografie postate dagli italiani ci consentissero di aiutare chi è in difficoltà". Per ogni immagine postata sui social con il numero 25 e l'hastag #sempre25novembre, Sorgenia ha devoluto un euro alla onlus, raggiungendo "un successo straordinario, al di la delle nostre migliori aspettative, che ci rende orgogliosi". Un percorso che non è solo economico: continua, in altre forme, la campagna di comunicazione #sempre25novembre e la partnership con La Grande Casa. Sorgenia ospiterà, a partire dall’8 marzo, la mostra Ri-belli, autoritratti di donne che hanno messo su tela ricordi, paure e sofferenze. Il gruppo parteciperà anche alle staffette Iononcorrodasola che la cooperativa sociale organizza durante la Milano Marathon del 7 aprile. "Nel giorno di San Valentino bisogna ricordare che la violenza è intollerabile e l'alibi dell'amore non può coprirla. Visto l'esito di questa campagna di solidarietà, sicuramente espanderemo questo meccanismo di compartecipazione o crowdfunding ad altre iniziative", conclude l'ad Mancini.