Verde in casa ed inquinamento, ad ogni stanza le sue piante

Ogni ambiente, a secondo dell’utilizzo che ne facciamo, presenta concentrazioni e tipologia di inquinanti diversi. Per questo ci sono delle piante più adatte a determinate stanze.

In soggiorno
Nel salotto di casa può essere utile mettere piante che combattano il fumo delle sigarette, l’elettrosmog e le polveri sottili.

Ficus Benjamina
Tra le sue proprietà purificanti c’è la capacità di filtrare la formaldeide, il tricloroetilene, l’ammoniaca e il benzene. La pianta è molto longeva ma non sopporta né il freddo né un ambiente secco.

Spatifillo
Combatte elettrosmog formaldeide, xilene toluene e ammoniaca. Ha bisogno di luce indiretta.

Palma di bambù (Chamaedorea seifritzii)
Capace di neutralizzare la formaldeide e il tricloroetilene, è anche uno dei migliori filtri naturali contro il benzene. Deve crescere in zone d’ombra.

 

In cucina
Qui possiamo sistemare specie che emettono ossigeno di giorno e che non hanno particolari esigenze.

Dracaena Fragrans
In arte il “tronchetto della felicità”, emette ossigeno di giorno. Rimuove dall’aria lo xilene e il tricloroetilene dagli ambienti chiusi. Ci difende anche dal fumo delle sigarette e dal monossido di carbonio.

Epipremnum aureum pothos
Combatte le emissioni di formaldeide ed è una pianta adatta a luoghi dove la luminosità è scarsa. È molto robusta e spartana ed è in grado di crescere anche con pochissima luce.

La felce di Boston
È in assoluto la pianta in grado di rimuovere più di qualunque altra la formaldeide dall’ambiente, prodotta anche dai fornelli a gas, addirittura con un tasso di 20 microgrammi per ora.

 

In camera da letto
Sono adatte quelle piante che emanano ossigeno di notte e che purificano l’aria da formaldeide, xilene toluene e ammoniaca.

Sansevieria
Chiamata comunemente “Lingua di suocera”, è una delle più efficaci  nel depurare l’aria e combattere l’elettrosmog. Di notte continua parzialmente a produrre ossigeno e assorbire anidride carbonica.

Orchidea Phalenopsis
L’orchidea più diffusa e conosciuta. Necessita di poca luce. L’unica controindicazione è il profumo, ad alcuni potrebbe dare fastidio e disturbare il sonno.

Aloe Vera
È una pianta molto robusta che oltre a purificare l’aria assorbe vapore acqueo. Ha un’ottima capacità di rimozione di formaldeide. Assorbe anidride carbonica e libera ossigeno di notte e non di giorno.

 

In bagno
In questa stanza è preferibile scegliere piante che oltre alle ottime proprietà di purificare l’aria assorbano anche vapore acqueo.

Aloe Vera
Emette ossigeno di notte, aiuta a diminuire la formaldeide e assorbe bene il vapore acqueo, perciò è adatta anche al bagno. Necessita di luce piena.

Tillandsia Cyanea
Combatte l’elettrosmog, emette ossigeno di notte, rimuove lo xilene, il toluene e l’ammoniaca, assorbe vapore acqueo.

Chamaedorea elegans
Questa palmetta è molto resistente e adatta anche ad ambienti poco illuminati, assorbe 6 microgrammi/ora di ammoniaca. È utile in bagno per chi fa uso esagerato di detergenti.

 

Stefania Marchitelli