A Torino la mobilità sostenibile si misura in gianduiotti

mappa walkto
 eHabitat.it
di  eHabitat.it  - L'ambiente è di casa

Torino è bella e oramai è risaputo. L’immagine della città grigia, triste e operaia sta sparendo e i turisti iniziano a includerla nelle mete del loro viaggio in Italia. Tuttavia, a differenza di città come Roma o Venezia, bellissime al primo sguardo e a ogni passo, Torino è timida e va scoperta. Come? Con la nuova mappa WalkTo.

Nella cartina sono indicati diversi percorsi, tutti organizzati a cerchi concentrici da dieci minuti fino a un’ora, a seconda di quanto si vuole camminare. 
Tutti gli itinerari proposti includono, oltre ai luoghi storici e ai musei da visitare, anche le stazioni del bikesharing e carsharing, i percorsi degli autobus, le zone pedonali e i portici che, lunghi 18 km, sono un record europeo utilissimo nelle giornate di pioggia.

Questo perché WalkTo vuole essere più della solita mappa. Vuole essere un mezzo per promuovere e facilitare la mobilità sostenibile in città, offrendo percorsi e servizi alternativi all’auto.

Oltre a segnalare la distanza che separa i diversi luoghi di interesse, infatti, WalkTo segnala anche quanta CO² risparmiamo al pianeta, avendo scelto di usare le nostre gambe o il bikesharing al posto dell’auto, e quante calorie abbiamo bruciato… in gianduiotti, il cioccolato tipico della città. Ebbene sì, con una camminata di un solo chilometro, che a Torino è la distanza da piazza Castello al Santuario della Consolata, si spendono dalle 0,65 alle 0,87 calorie; il massimo concesso è due terzi di gianduiotto!

L’iniziativa, realizzata dal Comune di Torino in collaborazione con Seat Pagine Gialle e il Gruppo Torinese Trasporti, "vuole essere un investimento sulla mobilità sostenibile per migliorare la vivibilità della città e recuperarne la bellezza", spiega l'Assessore all'Ambiente Enzo Lavolta.

Con WalkTo, distribuita gratuitamente presso l’ufficio Turismo Torino o scaricabile da Internet, il Comune vuole sensibilizzare turisti e non a scegliere una mobilità più sostenibile, che permette di scoprire i tesori che la città nasconde gelosamente, a volte anche ai Torinesi stessi. 

E poi i gianduiotti sono ottimi, e lo sono ancora di più se mangiati senza sensi di colpa. 

Abbiamo parlato di:

WalkTo:  Website  

Turismo Torino:  Website | Facebook | Twitter

Torino sostenibile - Website? | Facebook | Twitter 

Bike sharing - Website? | Facebook | Twitter

Car sharing - Website? | Facebook | Twitter
?


Ultimi articoli di  eHabitat.it