Pesce, come sceglierlo di stagione e cucinarlo al meglio

Impepata di cozze © Cortilia
Stefania Elena Carnemolla
di Stefania Elena Carnemolla  - Giornalista pubblicista

In estate aumenta il consumo di pesce, ingrediente principe della dieta mediterranea, nella stagione calda privilegiato a carne o ad altre pietanze in particolare per la sua leggerezza e versatilità, dagli antipasti ai piatti più complessi.

Se mangiare pesce delizia, spesso i dubbi affiorano all’acquisto o nella preparazione. Cortilia, il mercato online per l’acquisto di prodotti freschi e di stagione, fra cui pesce crudo, ha pensato pertanto ad alcuni consigli. Il pesce meglio se di stagione e locale: “Anche il mare, al pari della terra, ha un suo ciclo vitale che va rispettato” osserva Cortilia, che ricorda come in estate l’offerta ittica sia particolarmente ricca e prelibata: orate, sogliole, gallinelle, mormore, moscardini, cozze, vongole, crostacei, polpo…

Quanto alla preparazione, sicuramente il pesce al forno è da prediligere, ma mai cotto ad una temperatura superiore ai 180°, altrimenti “rischia di bruciarsi”, ricorda Cortilia, che raccomanda anche di rispettare i giusti tempi di cottura: “10 minuti ogni 2,5 cm di spessore nella parte più alta, per evitare che il pesce diventi stopposo”. Una leggera marinatura con olio, limone e prezzemolo ammorbidirà, invece, prima della cottura, il pesce dalla carne meno tenera.

Un’arte a sé è la marinatura, usata in particolare per il consumo del pesce crudo. Se la ricetta classica è quella con olio, limone, sale e pepe indicata per crudi e carpacci, Cortilia consiglia marinature più originali: succo di limone ed arancia per i gamberi crudi con fettine di agrumi come guarnizione, quindi olio, limone e vino bianco secco con aggiunta di pepe rosa, dal “gusto inconfondibile”, per gli scampi. Per le tartare di branzino consiglia, invece, senza coprire il pesce per esaltarne il sapore, una salsa con grattuggiata di zenzero fresco, olio extravergine di oliva, un cucchiaio di succo d’arancia, sale e timo. Ancora più originali una salsa con frutti di bosco o con fragole a dadini, quindi, per la seppia, qualche goccia di salsa di soia ed olio di sesamo.

Un trucco riguarda, invece, la preparazione del polpo, che va congelato “almeno una notte” e scongelato prima della bollitura “in un pentolone con abbondante acqua”. Se per la cottura solitamente si calcola mezz’ora ogni 500 g di prodotto, Cortilia consiglia, terminata la cottura, di lasciarlo a mollo fino al raggiungimento della temperatura ambiente.

Infine, alcune ricette ideali per l’estate come il branzino in crosta di patate, insalata di polpo e impepata di cozze, da preparare tutte con ingredienti naturali fra cui pomodorini datterini, aglio fresco, prezzemolo biologico, aceto di vino bianco e l’immancabile olio extravergine di oliva, dai tanti benefici e che dà a ogni piatto quel tocco in più, come da tradizione della cucina mediterranea.

 

Abbiamo parlato di:

Cortilia Website Twitter Facebook Google+ Instagram 

Branzino in crosta di patate Ricetta Cortilia

Insalata di polpo Ricetta Cortilia

Impepata di cozze Ricetta Cortilia

Ultimi articoli di Stefania Elena Carnemolla