Lodovica Comello: “Da quando sono diventata mamma ho i superpoteri ma non sono più interessante”

TiscaliNews

Lodovica Comello ha portato in tv un monologo che ha fatto drizzare le orecchie a tutte le neomamme. Si tratta di un'approfondita riflessione sulla maternità in occasione del suo turno di conduzione alle "Iene".E non c’è donna con un figlio piccolo che non si sia riconosciuta e non abbia sorriso ascoltando le parole della conduttrice.

Inizia così il monologo di Lodovica Comello che il 16 marzo 2020 ha dato alla luce Teo: "Vi chiedo scusa ancora prima di iniziare: mio figlio è la cosa più importante della mia vita.  Da quando sono diventata madre non sono più quella di prima. Sono stanca, sbattuta e purtroppo di questa cosa se ne accorgono tutti".

La Comello ha poi raccontato come le venga spontaneo ricondurre i discorsi al figlio anche se si parla d'altro: "Io non so perché mi comporto così, è più forte di me. E il risultato è che non sono più interessante come una volta".

Ma la maternità svela averle regalato anche dei superpoteri che tuttavia non sono sufficienti: "Non bastano perché trovo sempre qualcuno che sa come si fa la mamma meglio di me. Come se io non mi stessi già chiedendo in ogni momento cosa sto facendo, perché ho sempre paura di sbagliare".

Infine, fa un importante appello a tutte le mamme spiegando che la maternità è un viaggio che riguarda solo madre e figlio e non bisogna curarsi dei giudizi esterni: "Tutti e due in cammino. Ognuno ha il suo, ma ci teniamo per mano".