Viva la Moka abbasso George Clooney

Viva la Moka abbasso George Clooney
Maria Laura Berlinguer

Tutte noi conosciamo l’affascinante Clooney ma la storia della Moka la conosciamo?

Lo sai che la celebre caffettiera è nata nel distretto dei casalinghi in Valle Strona, famoso nel mondo per artigianalità e innovazione tecnologica? Qui sono nati Bialetti, Alessi, Lagostina. Mostri sacri del design italiano!

La storia narra che nel 1919 Alfonso Bialetti, apre a Crusinallo, Verbania, un’officina per la produzione di semilavorati in alluminio. Grazie al suo grande intuito imprenditoriale trasforma la sua officina, in un atelier per la progettazione e produzione di prodotti finiti, pronti per il mercato.

La Moka, un'invenzione rivoluzionaria italiana

Nel 1933 grazie al genio di Alfonso Bialetti nasce la Moka Express. La Moka dal design Art Decò, rivoluziona il modo di preparare il caffè a casa e permette all’azienda, grazie anche all’ambizione del figlio Renato, di affermarsi immediatamente tra i principali produttori italiani di caffettiere.

Si racconta che l’idea per il funzionamento sia nata per caso guardando la moglie fare il bucato con la “lisciveuse” l’antenata della lavatrice.

Vuoi vedere che dietro una grande idea c’è sempre lo zampino di una donna ;)

L’omino coi baffi: icona dello stile Bialetti

Nel 1946 da una produzione artigianale si è passati a quella industriale. Ma la fama del marchio Bialetti si consolida grazie a importanti investimenti pubblicitari su Carosello, noto programma televisivo, e alla comunicazione strategica sull’immagine dell’Omino con i Baffi, nato negli anni ’50 dalla matita di Paul Campani. Un simbolo per tutti noi che ancora è presente sul marchio del Gruppo. L’omino coi baffi altri non è che lo stesso Bialetti in persona.

Da allora quante ne abbiamo visto!

Io a Clooney preferisco sempre l’omino con i baffi. La Moka è casa, profumo e buongiorno. E poi diciamocelo, per quanto intelligente e pratica siano tutte le macchine per cialde, il sapore del caffè della moka è tutt’altra cosa. Per noi italiani ovviamente…

E tu come prendi il caffè? Continui a preferire la nostra moka nazionale o anche tu sei diventata una Clooney addict?

Seguimi su Instagram e leggi gli approfondimenti sul mio sito 

Se vuoi propormi un argomento scrivimi su info@marialauraberlinguer.com