Milleunadonna

Wise Mind Place, il posto dove crescono le idee

Jessica Abbuonandi: "I nostri esperti a servizio di inventori e start up"

Wise Mind Place, il posto dove crescono le idee
TiscaliNews

Trasformare un’idea in un progetto. Tutelare la proprietà intellettuale dalla fase embrionale fino al prodotto, passando per il brevetto. E poi trovare una community con la quale confrontarsi ma anche soggetti interessati a comprare o a finanziare la propria idea. Tante mission, una sola piattaforma. 

Si chiama Wise Mind Place ed è un acceleratore digitale che mette in contatto tutti i player che fanno parte dei processi di innovazione, dagli inventori agli acquirenti. 

Un coworking virtuale in cui chi ha un’idea può farla crescere fino a farla diventare qualcosa di concreto, tutelandola tramite un sistema integrato, ma anche una vera e propria community tramite la quale ricevere feedback sul proprio progetto, prima di realizzare un investimento esterno. Non solo: Wise Mind Place è anche il medium tra inventori e acquirenti, attraverso appositi accordi per vendere idee, prodotti o servizi, concedere licenze e ottenere finanziamenti. Sulla piattaforma, poi, è possibile ricevere una consulenza fissa durante tutte le fasi e pubblicizzare al meglio il proprio prodotto e servizio. 

Ne parliamo con Jessica Abbuonandi, founder e CEO di Wise Mind Place.

Come nasce l'idea di Wise Mind Place? 

Il progetto nasce da un’intuizione avuta durante un’esperienza personale. Con la mia famiglia, avevamo avviato il percorso per il design di un prodotto con lo scopo di realizzarlo e tutelarlo con un brevetto. Proprio nella fase iniziale di questo processo, però, ci siamo accorti del gap di tutela che c’era: quando ci interfacciavamo con altre figure professionali, cioè, non avevamo modi per tutelare la nostra idea. Abbiamo capito così che nel processo che porta un'idea a diventare un progetto concreto spesso è la cultura stessa del progetto a mancare. Anche nella fase successiva, quella di trattativa con i produttori, a causa della mancanza di quella stessa cultura, risulta poi difficile riuscire ad avere il giusto peso contrattuale e senza l’esperienza, complicato portare avanti la trattativa. È molto difficile entrare in contatto con le aziende e avere già la tutela del proprio progetto, anche perché sono molte e specifiche le cose da sapere: come si offre la licenza di un brevetto? Come si crea un’opportunità di business? 

Questa serie di domande, oltre che spiacevoli imprevisti su cui ci siamo imbattuti durante la nostra esperienza di brevettazione dell’oggetto di design, mi hanno portata a vedere il grande gap nel processo. E di conseguenza, a creare un sistema che lo colmasse. Nasce così Wise Mind Place, uno strumento per tutelare le idee, accorciare la filiera, mettendo a disposizione degli inventori e delle start up la nostra esperienza. Non ci fermiamo qui però. Una volta che il progetto è partito cerchiamo di portarlo all’attenzione delle imprese, offrendo supporto e consulenza su execution e comunicazione.

Sono un inventore. Cosa devo fare per ricevere consulenza da Wise Mind Place e provare a usufruire dei suoi servizi? 

Wise Mind Place è molto semplice. Basta collegarsi alla piattaforma e prenotare una prima consulenza gratuita che permetta di valutare il progetto, capire l’obiettivo e indirizzarlo nella strada più idonea. Oltre alla consulenza gratuita, chi arriva sulla piattaforma può autonomamente avviare il percorso inserendo nello spazio che trova a disposizione sul sito una descrizione del progetto e gli obiettivi che vuole raggiungere. I nostri esperti analizzeranno il tutto e faranno una valutazione nel dettaglio del progetto per individuare e suggerire la soluzione strategica più idonea allo sviluppo dell’idea, alla sua tutela e, successivamente, alla sua commercializzazione. Ovviamente il nostro team continuerà ad affiancare l’inventore in tutte queste fasi.

La tutela è al centro del processo innovativo. Qual è la vostra idea per mettere in sicurezza i progetti dei vostri inventori prima del brevetto? 

La piattaforma ha integrato gli accordi di riservatezza. Mettiamo a disposizione un documento legale che permette di tutelarsi da eventuali concorrenti: viene utilizzato in maniera digitale ma il documento può essere scaricato e utilizzato esternamente. Il nostro sistema ha una marcatura temporale con riconoscimento DVO: questa marcatura si può apporre sulla propria bacheca, certificando così grazie a un ente terzo che l'autore della bacheca è l'effettivo proprietario di quel progetto. Si tratta in pratica di un attestato per il diritto d'autore: si certifica che in quel dato giorno, a quella data ora, la persona aveva iniziato a lavorare a quel progetto. Vogliamo fornire ai progetti che ospitiamo un valore legale dimostrabile: è questo uno degli scopi principali di WMP.

Quali successi avete già raggiunto e quali sono gli obiettivi futuri? 

Moltissimi successi: abbiamo avviato trattative con imprese di grandi dimensioni. Molti dei progetti che ospitiamo sin dalla loro fase embrionale, oggi hanno raggiunto una fase di pre-industrializzazione e immissione sul mercato; alcuni dei nostri clienti hanno sviluppato spin off delle loro rispettive idee facendo rete tra loro, mentre altri, grazie alla nostra consulenza, hanno partecipato a Bandi di finanziamento nazionali, tra cui Brevetti +. Molti anche i progetti per il futuro: stiamo lavorando per riunire un gruppo di investitori che possano portare un flusso continuo di investimenti affinchè i nostri inventori possano arrivare ad uno step di sviluppo che consenta loro di presentarsi sul mercato. Siamo arrivati a quasi 10mila iscritti alla piattaforma e la nostra comunità è in continua crescita: il nostro principale obiettivo oggi è quello di riuscire ad accogliere non solo idee di innovazione di prodotto o di processo, ma diventare anche un bacino di raccolta di idee e proposte per il miglioramento della società.

https://www.wisemindplace.com/

https://www.instagram.com/wise_mind_place/?hl=it 

https://www.facebook.com/wisemindplace/