Idee per arredare gli spazi esterni con la bella stagione

Dallo stile messicano a quello che ricorda le atmosfere tropicali e poi il grande ritorno dello stile anni Sessanta e di quello che sa di mare

C’è voglia più che mai di sole, colori, di vita all’aria aperta, di profumo di piante e di fiori, di serate sotto la luna, di relax sotto un pergolato, una tenda, un gazebo, di cene tra canti di grilli e cicale. Sono i privilegi della bella stagione.

Tra ritorni e nuove tendenze ecco allora alcuni consigli per l’arredamento di terrazzi, balconi, patio di casa, giardini quando fa bello. Un grande ritorno è lo stile marinaro con sedie, ombrelloni, divanetti, cuscini, tappeti, tutto in bianco e blu. C’è poi lo stile più propriamente costiero per vivere l’emozione di spiagge sabbiose e soleggiate. Per ricreare questo ambiente gli esperti di outdoor consigliano pavimenti in legno, piastrelle in pietra naturale, divani minimalisti, sedie in tela con rivestimento blu o bianco, mobili in legno chiaro o scuro, accessori – coperte, cuscini, tovaglie – a righe, lampade in stile neoclassico, decorazioni in legno in stile nautico, grandi conchiglie.

Un evergreen è lo stile messicano, adatto anche a un patio o a un balcone. Quello messicano è lo stile che ama materiali come il vetro, il legno, il vimini, il bamboo, i colori forti e accesi, le tinte sgargianti, le fantasie floreali e quelle geometriche, le ceramiche, le maioliche, le amache, i cuscini, i tappeti, le luci, i sombreri, i cestini di vimini, il cordame, i cactus decorativi. Per un tocco in più e per chi ama osare gli esperti di outdoor consigliano abbinamenti di colori audaci: il verde lime con il fucsia, il tiffany con il rosso, il blu con il giallo.

Di gran moda quest’anno è anche lo stile selvaggio, evocazione con i suoi colori accesi e le fantasie floreali, delle atmosferi tropicali. Un stile tendenza anche per il design d’interni insieme a quello che ricorda spiagge lontane. 

Nostalgici degli anni Sessanta? Per la bella stagione ecco il ritorno del suo stile minimal dalle linee semplici ed essenziali, dai colori freddi, ma con un tocco, tra tappezzerie e complementi d’arredo, di colori che ricordano lo smeraldo, lo zaffiro, il rubino.

COLORI E MATERIALI

Colori di tendenza di questa stagione sono anche il giallo limone, il blu Caraibi, l’oro, il verde pistacchio, mentre fra i materiali consigliati sono i tessuti in lino o cotone, i tappeti in juta che ben si sposano a pavimenti in legno o in pietra, mobili in vimini, sedie in rattan, oggetti in ottone.

RELAX

Un gradito ritorno sono le sedie da regista con tessuto di vari colori: blu scuro, ruggine, verde smeraldo, turchese, rosso, marrone, grigio, antracite, nero, con fantasia a righe. Le sdraio? Saranno ancora di moda, con o senza braccioli, a scelta con tessuto di colore blu, verde smeraldo, azzurro, rosso, nero, color naturale, a righe mescolando rosso, bianco, blu, nero, verde. Fra le sdraio si segnalano anche quelle imbottite e le basculanti.

Né andranno in soffitta le sedie pieghevoli da quelle più semplici a quelle più lavorate ed eleganti, in legno, metallo, tessuto, così come sempre di moda sono lettini prendisole o pieghevoli, amache, dondoli da giardino, panche.

ILLUMINAZIONE

Per l’illuminazione da esterni è l’ora delle ghirlande, delle lampade a sospensione, dei fili luminosi decorativi, delle lampade da terra con diffusori, delle strisce a Led, delle lampade da terrazzo e pergolato con batterie ricaricabili. Senza dimenticare i classici dell’illuminazione da esterni dalle plafoniere ai faretti, ideali per pavimenti, pareti, soffitto, piante, bordi. Quanto al tipo di illuminazione, quella minimal, dal design essenziale, andrà bene per le case in stile contemporaneo, diversamente aiuteranno lanterne e lampioncini in stile classico o liberty, in ferro o alluminio.

VASI E COPERTURE

Se vasi e fioriere andranno scelti a seconda dello stile d’arredamento, ciò vale anche per gli ombrelloni – a palo, centrali, a braccio laterale –, i gazebo – in legno, matello, alluminio – anche con tende e zanzariere, le vele ombreggianti, ideali per i giardini con piscina, le pergole.

Tra le pergole si segnala la pergotenda, anche chiusa ai lati, ad esempio con vetrate scorrevoli. Le pergotende schermano i raggi diretti del sole e sono ideali per godere del giardino anche con la pioggia o con le temperature più rigide. Quindi la pergola bioclimatica, che si presente come un tetto a lamelle orientabili azionate elettricamente per gestire la luce e il calore all’interno della struttura.