La pandemia cambia pure i desideri: a sorpresa, ecco gli oggetti più acquistati negli ultimi mesi

La pandemia influenza la moda: i trend degli acquisti e le nuove tendenze lo confermano. Tra i più richiesti il piumino vintage e le pantofole imbottite

TiscaliNews

Con tutte le ore che siamo costretti a passare a casa a per il rischio di contagio da Covid 19, la comodità e il calore diventano una necessità. E cosa c’è di può comodo di un paio di pantofole? Ma quando poi è il momento di uscire ed affrontare il Generale Inverno, ci vogliono piume all’altezza della situazione. È questo solo un assaggio delle nuove tendenze dove il virus ha cambiato il panorama della moda (dalle sfilate fisiche all'accelerazione sullo shopping online). Ecco quali sono gli articoli più desiderati e i trend degli acquisti nell'ultimo trimestre nel Lyst Index Q4 che ha lanciato tendenze non previste e sicuramente influenzate dalle nuove abitudini. 

I più desiderati

Il piumino retrò Nuptse 1996 di The North Face è ufficialmente il prodotto più desiderato al mondo - per la prima volta, lo stesso prodotto è in cima alla classifica di abbigliamento uomo e donna. Sfoggiato da varie celebrity, il piumino Nuptse celebra la tendenza nostalgica anni ‘90 e sbanca sui social media.

Le giacche a vento sono andate alla grande, con ricerche in aumento del 174%. La causa più probabile delle ricerche? L’aumento inevitabile delle passeggiate e della socializzazione all’aria aperta.

Pantofole e ciabatte: questa l’altra categoria new entry, con ricerche in crescita del 242% rispetto allo stesso periodo del 2019. I clog Boston con imbottitura in shearling firmate Birkenstock sono il secondo articolo femminile più in voga, con ricerche aumentate del 367%. la versione sfoderata delle Boston fa la sua comparsa nella lista dei prodotti per lui, per il secondo trimestre consecutivo, questa volta al 7° posto .

UGG non delude con i suoi modelli gender neutral in entrambe le liste del trimestre. non mancano i classici stivali Ultra Mini – indossati da modelle del calibro di Irina Shayk e Joan Smalls – che si attestano come il 5° prodotto femminile più gettonato.

Nel frattempo, le pantofole Scuff Deco di UGG, molto in voga, fanno capolino nella lista dei prodotti uomo, con un ambito 3° posto.

Con una domanda ancora incentrata su abbigliamento activewear e casual, le ricerche di felpe con cappuccio aumentano del 71% rispetto all’anno precedente. Il modello hoodie in velluto del brand SKIMS creato da Kim Kardashian è il 6° prodotto femminile più richiesto, mentre la classica felpa con cappuccio e zip Tech Fleece di Nike si aggiudica il 5° posto nella classifica uomo.

Il glamour si reinventa

Netflix è stato ancora una volta motivo di ispirazione per gli acquirenti. La camera bag Snapshot di Marc Jacobs è l’ottavo prodotto femminile più hot, apparso anche nella tanto chiacchierata serie Emily in Paris;mentre al decimo posto, troviamo il cappotto Nikki di Stand Studio che rievoca tavole da gioco in chiave La regina degli scacchi, al 5° posto.

Dopo essere stata sfoggiata da VIP del calibro di Dua Lipa e Hailey Bieber, la bralette Valensole di Jacquemus è il settimo prodotto femminile più ricercato del momento, seguito i pigiami Sleeper con orlo in piume – al 9° posto. E se quasi tutte le feste sono state  rimandate, i capi riflettono la crescente domanda di abbigliamento casual, un ibrido fra loungewear e look eleganti.

I brand più desiderati

Durante l’ultimo trimestre, i brand hanno continuato a investire in iniziative di spicco nel digitale, dal lancio del videogame di Balenciaga per la collezione p/e 2021, a Insights, la villa virtuale dello shopping di Valentino. Allo stesso tempo, nuovi flagship store sono apparsi nelle principali città – Loewe, Moncler e Versace hanno aperto i battenti delle loro boutique a Parigi – ammiccando al futuro multicanale della moda, in cui il digitale occupa uno spazio più ampio rispetto al pre-pandemia.

Gucci tiene stretta la sua posizione di brand globale più hot. Con comportamenti da manuale che puntano a una forte enfasi sul digitale, Gucci ha saputo eccellere nel catturare l’immaginazione e nel generare dialogo - in un momento in cui la maggior parte degli eventi fisici è ancora in sospeso e alcuni store rimangono a porte chiuse. Dal festival online di moda e cinema (#GucciFest) all’outfit di Harry Styles per la copertina di Vogue USA, Gucci ha creato una serie di momenti indimenticabili per tenere l’engagement vivo durante il trimestre.

Balenciaga si riconferma al 2° del Lyst Index come uno dei brand più hot. Il brand ha continuato a investire in iniziative di spicco nel digitale, come il lancio del videogame di Balenciaga per la collezione p/e 2021.

Moncler è il brand che registra la crescita maggiore del trimestre, con ben +10 posizioni, aggiudicandosi il 3° scalino dell’Index – il più alto mai occupato finora. Il brand italiano è stato favorito in parte dalla stagionalità e dalla crescita dell’appeal della categoria piumini, ma anche dal lancio di una nuova collezione con Rick Owens e dall’annuncio dell’imminente acquisizione di Stone Island in una mossa del valore di 1,15 miliardi di euro.