Netiquette, regole e consigli di galateo informatico per chat e social network

Quando ci si trova ad interagire con altre persone, sia che si tratti della vita reale sia che si tratti di quella virtuale, è bene tenere presenti le regole base delle buone maniere.

Netiquette, regole e consigli di galateo informatico per chat e social network

Quando ci si trova ad interagire con altre persone, sia che si tratti della vita reale sia che si tratti di quella virtuale, è bene tenere presenti le regole base delle buone maniere. Anche nell’era di internet, dunque, il Galateo resta di grande attualità ed utilità. Scopriamo insieme dei piccoli consigli per comportarsi al meglio quando si utilizzano social network e chat.

In rete a farci compagnia c’è spesso Bill, un simpatico e seguitissimo omino che dilaga sui social con le sue vignette per spiegarci quali sono i comportamenti ideali da avere nel mondo virtuale. Oltre a queste “pillole di saggezza” data l’importanza che internet ha acquisto nelle vite di tutti noi si è sviluppata da qualche anno, in realtà, una vera e propria branca del Galateo dedicata ai contatti virtuali; questa prende il nome di Netiquette e nasce dall’unione dei vocaboli “net” (in inglese “rete”) e “étiquette” (in francese “buone maniere”).

Proprio sulla base di questa è stata redatta la RFC 1855 Netiquette Guidelines che racchiude al suo interno alcune delle norme base per una buona convivenza in rete.
Le regole su cui si fonda la Netiquette non distano molto dai tradizionali canoni proposti dal Galateo e da quelli del buon senso ma ad essi si aggiungono alcune norme più specifiche legate ai comportamenti da avere soprattutto in spazi come forum, chat e social network.

Leggere bene testi e commenti prima di intervenire. Prima di commentare un testo o di inserirsi in una conversazione già avviata fare attenzione a comprendere bene quanto detto in moda da evitare incomprensioni o inutili scontri con gli altri utenti. Attenzione a non diventare, però, degli utenti fantasma, o lurker (in gergo), che leggono senza mai intervenire quasi spiando gli altri. Sebbene un periodo iniziale di lurking sia necessario per inserirsi in un gruppo virtuale e comprenderne bene regole e funzionamento, è importante non esagerare e dopo un po’ cominciare ad inserirsi attivamente o decidere di abbandonare lo spazio di discussione.

Attenzione alle citazioni. Se si intende richiamare un messaggio precedente o consigliare la lettura di un testo è bene utilizzare citazioni brevi e pertinenti alla discussione oppure indicare un link di riferimento per non intasare la chat.

Sinteticità e pertinenza. Nessuno ha tempo da perdere, soprattutto on line, ecco perché ogni intervento deve essere sempre pertinente all’argomento e non eccessivamente lungo.

Attenzione agli errori (ma non troppo). Fate attenzione a scrivere in modo chiaro e corretto ma evitate di scusarvi per ogni errore di battitura effettuato, onde evitare di inserire messaggi superflui per la conversazione primaria poiché possono capitare a tutti involontariamente dei refusi, e al contempo evitate di correggere gli altri se non per qualcosa di davvero rilevante all’interno della conversazione. Nel caso in cui si è stati richiamati o ci si accorge di aver commesso un errore “importante”, scusarsi velocemente mostrando di aver capito lo sbaglio senza aggiungere altro in merito.

Evitare i flame. Le battute ad effetto solo per creare sterili polemiche sono assolutamente da evitare. Se si creano dei diverbi con un utente specifico è meglio rimandarli ad una separata sede, possibilmente privata. In gruppi o chat è bene, infatti, tenere sempre un comportamento cordiale che incentivi lo scambio costruttivo di opinioni e non le risse.

Attenzione al tono. Come nella conversazione verbale anche in quella scritta la medesima frase può avere diversi significati. Nel linguaggio scritto talvolta, però, diventa difficile capire l’intento del mittente, ecco perché prima di esporsi è bene comprendere pienamente il senso di un discorso e poi valutare un eventuale risposta anche in privato.

Non usare il “maiuscolo”. Utilizzare il carattere maiuscolo in rete equivale ad urlare, dunque è considerato una grande forma di scortesia. Se si vuole sottolineare un concetto meglio metterlo tra segni grafici come asterischi o trattini.

Non fare spamming. Evitate assolutamente di inviare messaggi indesiderati o non richiesti agli altri utenti sia tramite e-mail, sia tramite social network o chat. A nessuno piace avere i propri spazi invasi da spazzatura, né nella vita reale, né in quella virtuale.

Scegliere bene il titolo. Utilizzare per mail, post, commenti e forum titoli di conversazioni chiari e ben identificabili che facciano capire subito agli altri utenti quale sia l’oggetto del messaggio senza inutili perdite di tempo.

Attenzione ai contenuti. Dettagli troppo privati, argomenti futili e scherzi di cattivo gusto sono sempre da evitare perché alla lunga stancano e portano gli altri utenti ad allontanarsi da noi o a cambiare spazi di conversazione. E’ inoltre bene evitare tutto ciò che possa ledere la sensibilità altrui e il senso del pudore: immagini shock o contenuti vietati ai minori non andrebbero mai diffusi attraverso spazi pubblici cui può accedere ogni tipo di pubblico. E’ bene, dunque, condividere sui social solo immagini ed argomenti che possano avere una rilevanza anche per gli altri e non solo per noi stessi e non disquisire su terzi senza che questi siano direttamente coinvolti o ne siano a conoscenza.

Chiedere aiuto solo se necessario. Prima di fare una domanda o di chiedere aiuto agli atri utenti controllare bene quale sia il posto adatto per farlo e verificare se già non sia stata data in precedenza risposta ad una domanda simile a quella che vorremmo fare noi.

Rispettare la privacy. Citazioni di messaggi, diffusione di immagini o di altro materiale devono avvenire solo se anche le altre persone coinvolte ne sono a conoscenza e ci autorizzano a farlo. Se, invece, si inoltrano delle email o si inviano messaggi a destinatari multipli è bene non renderli visibili tra di loro utilizzando ad esempio la casella Bcc (o Ccn).

Non violare la sicurezza della rete e degli utenti. Introdursi senza autorizzazione in archivi o computer di altri utenti o inviare volontariamente programmi atti a minare la sicurezza in rete come virus o trojan horses oltre ad essere profondamente scorretto è anche punibile dalla legge, per cui non va fatto per nessun motivo.
 

 Le regole del bon ton - Le regole dello stile - Le regole della casa

Ultimi articoli di Maria Valentina Platania