Salvini, la bambola gonfiabile e il sessismo contro la Boldrini. Lei: "Politica, non offese"

Il leader leghista: "Ecco la sosia della Boldrini". Solidarietà da Maria Elena Boschi: "Ha offeso tutte le donne". Reazione indignata sui social

di Cinzia Marongiu

Voleva essere spiritoso Matteo Salvini quando sabato sera durante un comizio del Carroccio a Soncino in provincia di Cremona ha indicato una bambola gonfiabile e ha detto: “C’è una sosia della Boldrini qua sul palco. Non so se l'hanno già esibita prima”. L’effetto invece, nonostante le risatine e gli sgignazzi dei presenti, è stato ben diverso come testimoniano i social in queste ore affollati di reazioni indignate per l’ennesima battuta sessista che rimbomba nel nostro Paese e che per di più non arriva da una curva di ultras ma da un leader politico che siede in Parlamento.

La replica del presidente della Camera - A dare inizio alla reazione a colpi di tweet e post è stata proprio la Presidente della Camera che ha postato il video dell’attacco di Salvini nei suoi confronti scrivendo così: “Sul palco c'è una sosia della Boldrini" ha detto sabato sera Matteo Salvini a Soncino, in provincia di Cremona, indicando una bambola gonfiabile. Le donne non sono bambole e la lotta politica si fa con gli argomenti, per chi ne ha, non con le offese. Lascio a voi ogni commento”. E in effetti i commenti non si sono fatti attendere.

La solidarietà alla Boldrini corre sulla rete - A cominciare da quello della ministra per le Riforme costituzionali con delega alle Pari opportunità, Maria Elena Boschi: "Una squallida esibizione di sessismo. La frase di Matteo Salvini non è giustificabile in alcun modo. Non offende solo la presidente Laura Boldrini, cui va la mia solidarietà, ma anche tutte le donne e gli uomini del nostro paese". Intanto con l’hashtag #donne ecco arrivare manifestazioni di solidarietà a Laura Boldrini: “La sua intelligenza è scomoda per Salvini. Lui è incommentabile e sessista. La gente è con lei presidente della Camera”; “Solidarietà a Laura Boldrini e a tutte le donne.  Non è così che le si rispetta o che si fa politica”. O ancora: “Non se Salvini mi fa più pena o schifo. C’è un limite a tutto. Questo è veramente troppo #rispetto”. Finito? Figuriamoci , a stretto giro arriva la controreplica di Salvini che scrive su Twitter: “Ipocrita, buonista e razzista con gli italiani. Dimettit!” al grido dell’hashtag #sgonfialaboldrini. A dimostrazione che c’è chi la politica è capace di farla solo con le offese.

di Cinzia Marongiu