Milleunadonna

Marta Flavi, viso da ragazzina e tanta voglia di ballare: “Il mio segreto dell’eterna giovinezza”

Il dolore per non essere diventata madre, la serenità interiore, il grande ritorno in tv e i segreti di bellezza, "mai punturine, chi le fa sembra un tapiro": la storica conduttrice di "Agenzia Matrimoniale" si mette a nudo. E intanto a "Ballando" ci lascia a bocca aperta

Tutti pazzi per Marta Flavi. Dopo il debutto a “Ballando con le stelle” sabato scorso, il social è esploso in un coro di ammirazione per la conduttrice che a 71 anni si libra leggera come una ventenne e mostra il corpo e il viso di una cinquantenne. Diluvi di ammirazione (“bellissima”, “elegante”, “fa invidia alle ragazze”) si sono riversati sui social. Lei si dice sorpresa, non si spiega questo rinnovato successo dopo anni che non ha un ruolo da protagonista in tv e rivela i suoi segreti: allenamento fisico, ricerca della pace interiore e senso dell’ironia, tanta ironia.

Dunque, signora Flavi, dove ha imparato a danzare?

“Veramente io non ho mai ballato in vita mia, neppure in discoteca o alle feste quando ero ragazza. Al massimo un valzer con mio padre da bambina. Non sono proprio portata…”.

Non si direbbe da quello che si è visto sabato scorso.

“Tutto merito del mio maestro, Simone Arena, che infatti è distrutto. Io ci metto solo molto impegno. Abbiamo provato i passi migliaia di volte. Ora ci ci stiamo esercitando nel boogie woogie per il numero di sabato. E che fatica: mi fa male tutto, dai piedi alle spalle”.

Perché ha accettato di partecipare a “Ballando”?

“Perché mi piaceva, lo guardavo sempre in tv. Perché era una cosa che non avevo mai fatto. L’ho detto alla Carlucci quando mi ha chiamato che non sapevo mettere un passo dietro l’altro e lei mi ha risposto: “Allora sei la persona ideale”.

Ma come fa a essere così in forma a 71 anni?

“Prima di tutto è un fatto ereditario: la mia bisnonna era una bellissima ragazza tedesca e tra nonni e genitori c’è un bel miscuglio di provenienze. E poi conta tanto l’attività fisica: io faccio ogni giorno un’ora di camminata, un’ora di cyclette e mezz’ora di pesi. Per “Ballando” ho aggiunto anche il pilates. E non mi abbuffo di cibo. Durante il lockdown sono pure dimagrita con tutto questo esercizio”.

Come si mantiene la pelle così liscia e splendente alla sua età?

“Metto molto creme e faccio un laser a infrarossi che ridefinisce i contorni del viso. Non ho mai usato il bisturi, tranne da ragazza per mettere a posto il naso, ma se servirà non ho nulla in contrario a farvi ricorso. Invece non farò mai le punturine, le odio, vedo in giro quelle che le usano, sembrano dei tapiri, con zigomi che non c’entrano nulla con l’aspetto degli europei”.

Per lei cos’è la bellezza?

“La bellezza è armonia. Prendete Sophia Loren, non ha un viso perfetto, ma è meraviglioso. Bisogna migliorare quello che si ha, non alterare i lineamenti”.

Spesso la bellezza esteriore coincide con quella interiore.

“Certo, essere sereni, in pace con il mondo e amare se stessi rende belli. Le persone invidiose corrugano la fronte, si fanno venire le rughe, la pappagorgia, la pelle come un tacchino…”

Anche lei ha passato periodi di dolore, come quando purtroppo sono andate male le gravidanze e non ha potuto diventare madre.

“Le sofferenze ce le abbiamo tutti. Sono stata tanto male quando ho perso i miei genitori. Ho cercato per molto tempo di diventare madre, purtroppo non ci sono riuscita con la persona che ritenevo giusta e con cui ci siamo lasciati dopo questa tragedia: erano altri tempi e la medicina non era così evoluta come adesso. Me ne sono fatta una ragione e mi godo i miei nipoti a cui sono legatissima”.

Come ha raggiunto questa serenità, è religiosa o segue qualche via spirituale?

“No. Basta vedere intorno quanto c’è di orribile e ringraziare Dio di essere felice. E poi ho lavorato molto su me stessa. Dopo le gravidanze, ho fatto una terapia da una psicanalista che mi ha aiutato molto”.

Com’è l’amore a 70 anni?

“E’ bellissimo come a 40, come a 50. Anche se non si ha l’energia fisica dei 20… Il problema è trovare qualcuno che ti piaccia: più cresci con l’età più si diventa difficili”.

C’è qualcuno nella sua vita ora?

“C’è una simpatia, vediamo come evolverà”.

Cosa pensa della lite tra Iva Zanicchi e Selvaggia Lucarelli, il termine usato dalla cantante è stato spregevole, anche se si è scusata tantissimo.

“Io non ho sentito nulla, ero nella sala delle stelle. Certo è una cosa che doveva essere evitata. Ma ho visto che Iva si è molto dispiaciuta, lei dice sempre un sacco di parolacce, non se ne rendo conto, capisco pure che Selvaggia si sia molto arrabbiata. Ma, assicuro, non c’è nulla di preparato o architettato per fare audience, ci mancherebbe…”

Perché è rimasta fuori dalla tv per un po’ di anni?

“Perché mi sono spaventata: un mio amico medico è morto ancora prima che si capisse che c’era il Covid. Avevo una rubrica sull’amore nel programma di Guardì (“Unomattina in famiglia”), ho preferito andarmene subito quando ha cominciato a dilagare quella che era ancora considerata un’influenza”.

Cosa le riserva il futuro dopo l’exploit di “Ballando"?

“Ho in mente un nuovo programma sui sentimenti, lo sto scrivendo con un gruppo di autori, vedremo. E il mio sogno è recitare nella serie “Il paradiso delle Signore” di Raiuno. Invece i reality non mi avranno mai, penso che siano degradanti, io li definisco falsity, non reality”.

Lei è diventata famosa con “Agenzia matrimoniale” di Mediaset, imitata per anni da tantissimi programmi.

“E continuano a offrirmi di condurli, ma quelli che ci sono in giro non mi piacciono. Piuttosto che accettare di lavorare in trasmissioni che non condivido sto a casa, come ho fatto negli ultimi anni facendo solo l’opinionista. Poi è arrivata Santa Milly con Ballando…”