La gel manicure è diventata più sicura: vero o falso?

La gel manicure è diventata più sicura: vero o falso?
di junglam

La prima volta che abbiamo sentito parlare della gel manicure ci sembrava praticamente un sogno: uno smalto che non si rovina e che permane, splendido e brillante, sull'unghia fino a quando questa non cresce troppo – o non ci stanchiamo noi. La manicure gel era qualcosa da fare e poi dimenticarsi, uno step in meno nella nostra routine di bellezza quotidiana che ci regalava più tempo per altre coccole o affari personali.È cominciato tutto nel 2011, suppergiù: l'inizio in sordina, e poi il grande boom dove se non avevi le unghie gel non eri praticamente nessuno. Le unghie gel resistono, non si sbrecciano e non fanno difetti. Ma a quale prezzo? Innanzitutto al prezzo del salone di bellezza, per non parlare dei danni a lungo termine al letto ungueale durante la rimozione, o i danni dei raggi UV, considerati potenzialmente cancerogeni.Mentre il mercato si espandeva, le formulazioni sono cambiate e sono migliorate. Ora esistono moltissime possibilità di scelta per una manicure permanente, e probabilmente molte cose sono cambiate in meglio per garantirvi un'esperienza sicura e in risultato di tendenza.

I RAGGI UV E LE LAMPADE LED

I raggi UV venivano utilizzati nei primi anni di gel per fissare lo smalto e indurirlo a sufficienza da conferirgli quella patina "indistruttibile". Ma saranno sicuri? Negli ultimi anni (grazie al cielo!) abbiamo assistito alla lenta e inesorabile riduzione dei bagni solari a base di lampade, e l'idea di concentrare i raggi UV sulle proprie dita è diventata sempre più oltraggiosa e poco plausibile.Indipendentemente dalle ragioni mediche dietro a questa scelta, è stata fondamentalmente la paura dei raggi UV a spingere i brand a trovare soluzioni differenti per indurire lo smalto evitando lo spauracchio degli UV. E così si è passati ai LED. Ma che differenza c'è?Sostanzialmente solo una: l'assenza della parola UV nel nome, ma non nella formula. Infatti i raggi UV sono comunque presenti nelle lampade LED, e secondo alcuni studi dermatologici si trovano anche in quantità maggiore – per intensificare l'effetto riducendo di fatto il tempo di esposizione.Non esiste un consenso generale che determini se le lampade UV facciano male davvero, ma nel panico generale molti dermatologi consigliano l'utilizzo di guanti "senza dita" o di crema solare prima dell'esposizione alle lampade LED o UV.

ALTERNATIVE AL GEL

Se anche il LED non ha portato l'evoluzione tecnologica che speravamo, i brand sono andati avanti nella loro pioneristica ricerca dello smalto a lunga durata senza effetti collaterali permanenti. Molti gel infatti, al giorno d'oggi, non richiedono i raggi UV per fissarsi. Applicando il secondo strato di top coat specifico, infatti, ci penserà uno speciale agente chimico a fare la parte dei raggi UV. Si applicano come i normali smalti e si può fare tutto a casa propria, senza lampade speciali e senza passare dal salon. L'unica cosa importante è...

COME RIMUOVERE IL GEL DALLE UNGHIE

Questa è la parte più delicata dell'intero processo. Una rimozione aggressiva può infatti danneggiare gravemente l'unghia. Le formulazioni più recenti richiedono una full immersion nell'acetone, mentre quelle più vecchiotte devono essere limate. Sappiate riconoscere la differenza e chiedete formulazioni che si rimuovono con l'acetone o con processi delicati. Limare l'unghia, se fatto in maniera irresponsabile, può provocare danni che guariscono solo in molto, molto tempo. Un mese di unghie da copertina per due mesi di unghie da film horror non sembra, in prospettiva, un grande affare, no?Per rimuovere il gel da casa, immergete dei batuffoli di cotone nell'acetone e piazzateli sulle unghie, lasciandoli in posa per diversi minuti. Per migliorare la pressione potete avvolgere ogni dito nella carta stagnola. Dopo un po' lo smalto sarà rimovibile semplicemente con uno spingi-cuticole, per farvi capire quanto sarà facile!

IDRATATE LE VOSTRE UNGHIE!

Dopo la rimozione del gel è importante dare un momento di intensa idratazione alle proprie unghie, lasciandole respirare e permettendo loro di assimilare tutte le sostanze nutritive di cui necessitano.

GEL: MEGLIO O PEGGIO DELLO SMALTO COMUNE?

In sintesi: lo smalto in gel (se applicato e rimosso con le giuste precauzioni!) potrebbe essere migliore delle normali formulazioni di smalto per un semplice motivo: la formulazione. Il gel contiene infatti polimeri di acrilico invece delle vecchie formulazioni a base di acetone, formaldeide e resine che troviamo negli smalti classici.Le formule gel più recenti non presentano fumi tossici, non sono infiammabili e fanno molti meno danni alle cose che "sporchiamo" per errore.In conclusione sì: la tecnologia gel ha fatto grandi passi avanti, ma è importante assicurarsi sempre di sapere che cosa stiamo per fare alle nostre unghie.