Alba Parietti: in tre post struggenti il lato inedito della showgirl più schietta d'Italia

La celebre showgirl, nota per la sua pungente ironia ed intelligenza, mette in "piazza" la sua grande sensibilità ed empatia

di Maria Elena Pistuddi

Ci siamo abituati ad apprezzarla per la sua pungente ironia e schiettezza, per essere riuscita a dimostrare che bellezza e intelligenza possono tranquillamente viaggiare in tandem. E ad accettare i tanti colpi di testa, gli amori folli e le temporanee deviazioni sado-maso, in nome di un'autenticità oggi difficile da trovare. Quando però Alba Parietti decide di mostrare la sua fragilità e farsi "scoprire" vulnerabile e così profondamente legata alle sue radici quasi ci spiazza. In quel ruolo inedito, diciamocelo, non siamo abituati nemmeno ad immaginarla. Eppure, Alba, 57 anni portati meravigliosamente, ultimamente è apparsa così. In pausa dalla tv, ma frequentatrice assidua dei social, ha lasciato il segno con dei post in cui la sua maschera di donna forte è caduta giù per lasciare spazio a tutta la sua grande sensibilità.

Le radici: la mamma

Il forte legame con le radici vien fuori quando Alba parla di sua madre, presenza forte nella sua vita per quel suo essere "a volte fata e un momento dopo mostro". “Sono 9 anni e sento la tua voce, la tua risata , il tuo sorriso, ha scritto qualche giorno fa, ricordandone la morte avvenuta nel 2010. Temo il tuo giudizio. Ricordo la tua tenerezza e compassione verso i bambini, gli esclusi, gli animali“. Nella foto una giovane Alba insieme alla sua mamma, con la testa appoggiata sulla spalla. “Un giorno il nostro gatto fiero ti portò un topolino di campagna e con suo sommo disappunto, tu lo raccogliesti ferito e lo lo curasti. Guardavi la mamma anziana con il figlio disabile invisibili a tutti e li descrivevi con poesia, il mondo correva e non vedeva e tu raccoglievi quelle schegge di vetro di umanità abbandonata all’indifferenza e l’accarezzavi con il tuo talento di volare alto“, conclude il post dove Alba sottolinea il lato dolce della sua amata mamma con cui non ha mai fatto mistero di aver avuto un rapporto non sempre facile. 

La famiglia, il ricordo di Luana

Solo qualche giorno prima con un altro lungo post, la showgirl aveva invece parlato di Luana, la fidanzata del figlio Francesco, morta quando aveva solo 25 anni. Struggenti le parole che Alba Parietti, legatissima alla giovane, usa per ricordarla. "Era la notte tra il 17 e il 18 ottobre del 2006. Era il giorno del suo 25esimo compleanno. Era un giorno di festa, dove tu non ti aspetti una sorpresa del genere – ricorda Alba Parietti -. Rimarrai per sempre nel mio cuore per il tuo sorriso, per la tua dolce bellezza. Una ferita che io e Francesco non riusciamo a dimenticare". "In quei giorni ho conosciuto l’inferno, scrive la showgirl. Quel senso di impotenza mi ha straziato nel profondo – continua -. Tutto sembrava così inutile, ma tu sarei sempre la ma bellissima Luana".

La morte di Luana, come Alba Parietti ha più volte rivelato durante le interviste, è stato una sorta di spartiacque nella vita della showgirl. Una perdita che ha lasciato una ferita indelebile nella vita della conduttrice e di suo figlio, nato nel 1982 dall’unione con l’attore Franco Oppini. “Per me è stato quel senso di impotenza rispetto a tutto ciò che era accaduto e il dolore lo strazio senza fine che ne conseguì. Nulla è stato più uguale, scive ancora nel post. Anche il mio modo di vedere la vita. Tutto sembrava così inutile". 

"Joker": il commento

La svolta introspettiva di Alba Parietti raggiunge il suo culmine con un altro post sui social. L'occasione è la visione di Joker, il discusso film di Joaquin Phoneix, campione di incassi al botteghino e vincitore a sorpresa del Leone d'Oro all'ultima Mostra del Cinema di Venezia. "Joker fa molto più male di quel che pensavo", commenta Alba Parietti. "La malattia mentale, l’esclusione, la solitudine, l’emarginazione.... l’assenza di compassione e umanità è la vera tragedia di questo secolo [...]. "La cosa triste - osserva ancora, è che la nostra società cinica è l’apocalisse di qualsiasi forma di umanità. E nessuno è assolto, siamo tutti coinvolti anche con l’assenza di coinvolgimento umano e con la nostra indifferenza. L’indifferenza è una grave colpa. La più grande. Odio gli indifferenti", sottolinea ancora la showgirl in uno dei passaggi più forti quasi a voler sottolineare il momento di profonda empatia verso il mondo.