Milleunadonna

Finalmente le deputate potranno allattare nell’Aula della Camera. La reazione di Licia Ronzulli

Ok della Giunta per il Regolamento di Montecitorio, a disposizione l’ultima fila o la tribuna. La capogruppo di Forza Italia al Senato fu un esempio al Parlamento Ue

TiscaliNews

Finalmente le onorevoli neomamme potranno sfamare i propri piccoli senza doversi necessariamente allontanare: alla Camera le deputate potranno allattare in Aula continuando a partecipare ai lavori parlamentari, fino a quando i bebè non avranno compiuto un anno. La decisione arriva dalla Giunta per il Regolamento di Montecitorio e consente alle deputate di fare ciò che nel Parlamento europeo è possibile già da anni: in tanti ricordano le immagini di Licia Ronzulli, oggi capogruppo al Senato di Forza Italia, ritratta nel 2010 mentre allattava la propria figlia nell'Emiciclo di Strasburgo.

Il regolamento interno

Il parere approvato dalla Giunta del Regolamento presieduta da Lorenzo Fontana, viene spiegato da un componente della Giunta, fa seguito all'ordine del giorno di Gilda Sportiello (M5S) "sulle modalità di partecipazione delle deputate madri ai lavori parlamentari" al bilancio interno di Montecitorio. In particolare, la disposizione varata deroga all'articolo del Regolamento interno di Montecitorio in base al quale "nessuna persona estranea alla Camera può sotto alcun pretesto, introdursi nell'Aula dove siedono i suoi membri".

Postazioni dedicate

La deputata che lo chieda, potrà quindi fare ingresso in Aula durante le sedute con il proprio figlio, entro il primo anno di età del bebè, e potrà allattarlo senza dover per questo interrompere la propria partecipazione alla seduta. In Aula potranno infatti essere usate apposite postazioni collocate nell'ultima fila superiore dell'Emiciclo, oppure in una tribuna riservata dell'Aula. Alla Camera nel 2006 venne allestita, vicino alla tribuna stampa, una saletta per l'allattamento delle deputate neomamme: la chiese ed ottenne dall'allora presidente della Camera Fausto Bertinotti Donatella Poretti. In seguito, con l'approdo in Parlamento di tante giovani deputate elette nel M5S, vennero allestiti altri spazi per l'allattamento vicino all'Aula ed anche una nursery: ma in ogni caso fino ad ora nell'Emiciclo i neonati non potevano proprio entrare. Ora quel divieto cadrà.

Ronzulli: "Sì a conciliazione lavoro-famiglia"

Il primo commento favorevole non poteva che essere quello di Licia Ronzulli, “Finalmente! Le deputate italiane potranno allattare in Aula alla Camera senza dover rinunciare a votare. Bruxelles ha aperto la strada già 12 anni fa e lo chiedo da allora per le colleghe neo mamme in Italia. Sulla conciliazione lavoro-famiglia le Istituzioni, chiamate a legiferare in questo senso, devono essere da esempio”, scrive su Twitter la capogruppo di Forza Italia al Senato.

Star orgogliose di allattare al seno scatenano l'ira della Rete

Star orgogliose di allattare in pubblico scatenano l'ira della rete