Frida Bollani, l'esibizione a cappella con la madre nelle grotte di Ulassai, è da brividi

TiscaliNews

Una spettacolare improvvisazione a due voci, con un simpatico intermezzo dell’imitazione di Alberto Angela, resa ancora più magica dalla location, la grotta di Su Marmuri nel comune di Ulassai, nel cuore della Sardegna.

È quella che ha visto protagoniste Frida Bollani Magoni, figlia del pianista Stefano Bollani, e Petra Magoni, fantastica cantante jazz e sua madre: le due si sono divertite a cantare a cappella, "l'Aria sulla Quarta Corda" di Johann Sebastian Bach, diventata la celebre sigla del programma di Piero Angela "Quark". A colpire ancora una volta è la maestria dell'appena sedicene Frida che con la sua voce sa creare autentica magia. La ragazza da qualche giorno si  trova in Sardegna per partecipare, per la prima volta, al Festival Rocce Rosse Blues: il suo concerto a Ulassai, il paese circondato dai tacchi dell'Ogliastra e sospeso sulla stazione dell'arte di Maria Lai, l'ha vista emozionata ed emozionante interprete di brani di sua composizione e altri di musica pop.

Frida  ha un talento straordinario per la musica, ereditato senza dubbio dai genitori e affinato anche grazie a una malattia vissuta con grande positività: “Sono ipovedente ma lo considero un dono, anzi. Proprio per questo la natura mi ha dato tante altre cose, come la capacità di ascoltare in modo diverso rispetto agli altri e l’orecchio assoluto", aveva raccontato in un'intervista qualche mese fa. "La fortuna di non vedere, o vedere pochissimo, mi ha permesso insomma di sviluppare e tenere allenato l’udito. Certo, potrebbe essere uno svantaggio a volte…”.

In quanto alla passione per la musica la ragazza ha rivelato: “Canto e suono il pianoforte, più o meno da quando ho due anni ma vorrei diventare presto polistrumentista. Dopo il periodo della chitarra e dell’armonica, sogno di imparare a suonare la batteria. Poi il basso”. Insomma, il successo di Frida è appena cominciato.