Milleunadonna

Da Lady Gaga a Lady Gucci: la regina del pop nella storia di lusso, sangue e tradimento

Dopo aver sfiorato l'Oscar, la regina del pop sarà Patrizia Reggiani, la vedova nera del delitto Gucci. Ma intanto organizza il Concertone benefico contro la pandemia con Billie Eilish, Elton John e Andrea Bocelli

Lady Gaga una e trina. Già perché la regina del pop non conosce tregue, nemmeno in quarantena e porta avanti in contemporanea la sua attività di cantante, quella di donna impegnata nel sociale e infine quella di attrice. Tre profili differenti uniti dallo stesso risultato: il top.

Andiamo con ordine. È proprio Lady Gaga ad aver organizzato il grande concerto del 18 aprile “One World: Together at Home” per raccogliere fondi con l’Organizzazione Mondiale della Sanità per combattere il coronavirus. E intorno a sé ha raccolto il gotha della musica mondiale: Billie Eilish, Paul McCartney, Elton John, Chris Martin, Andrea Bocelli, Alanis Morissette, Keith Urban, John Legend, Billie Joe Armstrong, cantante dei Green Day, Eddie Vedder, frontman dei Pearl Jam. Da noi sarà trasmesso di domenica. La raccomandazione è una sola: imperdibile.

Non solo. In attesa del suo nuovo album “Chromatica” e mentre ascoltiamo il singolo “Stupid Love”, Miss Germanotta continua a spoilerare dettagli del suo nuovo lavoro su Instagram, a cominciare dalla cover.

E infine, dopo aver sfiorato l’Oscar con “A star is born” sta per immergersi in un ruolo davvero difficile e controverso. Sarà lei Patrizia Reggiani, la vedova nera del delitto Gucci avvenuto nel 1995. Sì, proprio l’ex moglie di Maurizio Gucci, condannata a 26 anni di reclusione con l'accusa di aver pianificato l'omicidio di Maurizio, mentre per il delitto finì in carcere anche la cosiddetta 'Maga Auriemma', al secolo Giuseppina Auriemma che avrebbe invece reclutato i killer. Nel 2016 Patrizia Reggiani è stata rilasciata dopo aver passato 18 anni dietro le sbarre. A scatenare la sua furia, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, fu il tradimento del marito che 18 mesi prima aveva venduto le sue azioni nella casa di moda.

A dirigere la diva della musica sarà Ridley Scott. MGM, sotto la guida del nuovo presidente Michael De Luca, ha acquistato i diritti di distribuzione della pellicola che dovrebbe uscire il 24 novembre 2021, come anticipato dall'Hollywood Reporter. Il film si intitolerà semplicemente "Gucci" e racconterà il drammatico fatto di sangue avvenuto in via Palestro a Milano che il 27 marzo 1995 colpì la celebre dinastia italiana della moda fondata da Guccio Gucci. Roberto Bentivegna ha scritto la sceneggiatura basandosi sul libro del 2001 di Sara Gay Forden “La saga dei Gucci. Una storia avvincente di creatività, fascino, successo, follia”.

A produrre il film oltre a Ridley Scott anche la moglie Giannina, attraverso la Scott Free Productions che come riporta l’Ansa ha scritto: "Questo progetto ci sta a cuore da anni. La storia è epica, la posta così alta e i personaggi così ben delineati che da tempo eravamo determinati a portarla sul grande schermo". Insomma, si annuncia un grande film che farà discutere. E che magari frutterà a Lady Gaga l'Oscar sfiorato l'anno scorso.