Quarantena libere da gancetti e ferretti: ma stare senza reggiseno fa bene o no?

Quali possono essere gli effetti sul corpo di un lungo periodo senza il reggiseno: è bene prolungarlo o no? Ecco cosa dice l’esperto

TiscaliNews

Per quasi tutte le donne la quarantena è stata sinonimo di libertà da trucco, parrucco, abbigliamento costrittivo e soprattutto da ferretti, spalline, coppe, imbottiture e gancetti. La maggior parte ha vissuto senza il reggiseno riscoprendo un senso di libertà che si potrebbe essere tentate di prolungare. Anche star come Elisabetta Canalis, Diletta Leotta e Bella Hadid si sono di recente mostrate senza reggiseno su Instagram. Il che non è una novità a dire il vero, ma adesso l’isolamento casalingo dovrebbe avere fine e sarà il caso di tornare ai nostri amati-odiati reggiseni. Almeno così la pensa il dottor Sergio Noviello, chirurgo estetico e direttore sanitario di Milano Esteticadd, sentito da Vanity Fair.

Vantaggi e gli svantaggi sulla tonicità del seno

«Il seno di una donna è soggetto, come del resto tutti i corpi sulla terra, alla forza di gravità - spiega Noviello e le strutture che impediscono al seno di cadere o scendere sono la pelle e i legamenti sospensori di Cooper. La pelle, avvolgendo le strutture ghiandolari e del tessuto grasso che compongono le mammelle, svolge un ruolo protettivo e di sostegno, mentre i legamenti di Cooper sono dei tralci fibrosi che compenetrano l’intera struttura ghiandolare e, come le maglie di una rete da pesca, mantengono il seno connesso alla parete toracica, e più precisamente al muscolo grande pettorale».

Il peso non aiuta

Insomma, la forza di gravità finirebbe per avere la meglio. «Ecco perché sarebbe meglio indossare sempre un reggiseno, se non vogliamo che il nostro seno cada. Nel caso non si utilizzi il reggiseno, la pelle e i legamenti sospensori tenderanno ad essere sottoposti a un super lavoro nel tentativo di sostenere le mammelle, perdendo la necessaria tonicità contenitiva. La pelle si comporterà come un tessuto smagliato, mentre i legamenti sospensori si allungheranno facendo perdere connessione con la parete toracica», aggiunge Noviello.

Reggiseno anche di notte?

Libertà dal reggiseno neanche la notte? «Il vantaggio di indossare un reggiseno adeguato è direttamente proporzionale al tempo di utilizzo. In qualunque momento della giornata questo semplice indumento può aiutare la nostra armonia. Perfino durante la notte un semplicissimo reggiseno di cotone o altro materiale delicato diventa un presidio di grande aiuto», dice il Professor Noviello.

Cosa da fare per rassodare il seno

Per quanto riguarda l’attività fisica, a detta del professore, «possono giovare tutti quegli esercizi che agiscono sul muscolo grande pettorale, come ad esempio i piegamenti sulle braccia. Possono poi giovare all’aspetto del seno tutti quei prodotti cosmetici o cosmeceutici che migliorano la cute e le sue funzioni», spiega Noviello. Vanno bene creme a base di acido ialuronico, olio di mandorle dolci e di rosa mosqueta e al burro di karitè, per l’idratazione e l’elasticità alla pelle. In più ci sono anche quelli che contengono principi attivi antiossidanti come la vitamina C e la vitamina E, l’acido alfa-lipoico, il resveratrolo e il collagene che svolgono un’azione protettiva. L’esperto consiglia inoltre l’assunzione di antiossidanti in compresse: dal resveratrolo, all’ acido alfa-lipoico al coenzima Q10.