Cetriolo: l’ortaggio estivo alleato di dieta, salute, bellezza

Rinfrescante, depurativo, con poche calorie, il cetriolo è un ortaggio dalle tante virtù e non solo in cucina, grande, infatti, il suo potere curativo

Il cetriolo, l’ortaggio estivo ingrediente di piatti freschi e leggeri, è un alleato della dieta – con carciofo, finocchio, anguria, melone, pesche, asparagi consigliatissimo per la prova costume –, nonché di salute e bellezza. La sua polpa, ricchissima di acqua, contiene, infatti, fibre, proteine, sodio, magnesio, rame, ferro, calcio, manganese, iodio, potassio, fosforo, zolfo, silicio, betacarotene, vitamine del gruppo B, C, K – quest’ultima, concentrata in particolare nella buccia, è la vitamina amica della coagulazione, ciò che fa del cetriolo un ortaggio controindicato per chi assume, invece, farmaci anticoagulanti.

Il cetriolo contiene anche enzimi, polifenoli, antiossidanti come i flavonoidi, acido caffeico, composti chimici come gli steroli, azulene, composto dalle proprietà antinfiammatore e decongestionanti. Un componente importante è l’acido tartarico, importante perché ostacola la trasformazione dei carboidrati in grassi, ciò che fa del cetriolo un alleato della dieta ― il consiglio, comunque, è di consumare il cetriolo a crudo perché l’acido tartarico si perde con la cottura.

SALUTE

Per le sue caratteristiche il cetriolo è una panacea per la salute: è, infatti, consigliato, oltre che nelle diete dimagranti e disintossicanti, per la cura della gotta per ridurre, grazie all’espulsione dell’acido urico, il gonfiore delle articolazioni; è, quindi, indicato come antipiretico, analgesico, sedativo, antinfiammatorio, antistaminico; contro i sintomi della fibromialgia; per la salute di reni, fegato, pancreas; contro pressione bassa e ipertensione; per rinforzare il sistema immunitario; contrastare i dolori articolari e muscolari, prevenendo, ad esempio, i crampi, nonché la stanchezza cronica; abbassare il colesterolo cattivo; aumentare la produzione di insulina, importante contro la iperglicemia, tanto da farne un ortaggio adatto ai diabetici; contrastare, grazie alle fibre, la stitichezza; favorire la digestione; aiutare il buon funzionamento del cuore e la salute dei globuli bianchi; regolare il metabolismo; supplire a carenze nutritive; rinforzare muscoli, tendini, ossa, cartilagini; favorire l’assimilazione delle proteine; proteggere la salute del cervello, contrastandone l’invecchiamento e, quindi, anche la perdita di memoria; sconfiggere la ritenzione idrica, tipica di cellulite e gonfiore del periodo mestruale. Il cetriolo contrasta anche malattie gengivali e alitosi ― una fetta di cetriolo crudo sul palato può aiutare a liberarsi dell’alito cattivo, una soluzione perfetta contro i batteri che guastano l’alito.

BELLEZZA

Come ingrediente di bellezza il cetriolo è famoso sin dall’antichità, mentre nel Rinascimento la sua polpa veniva usata mescolata a latte o miele come maschera per il viso. La presenza di zolfo aiuta a schiarire le macchie dell’età, mentre contro le lentiggini si può utilizzare una lozione di fettine di cetriolo lasciate a macerare nel latte. Il cetriolo è anche lenitivo: in polpa o crudo dà sollievo alla pelle bruciata dal sole e, in genere, a quella irritata, secca, screpolata. Contro le scottature solari una soluzione è anche il lavaggio rinfrescante al cetriolo con acqua tiepida, fettine di cetriolo, sale grosso, foglie di menta, mentre una lozione di succo di cetriolo e carota aiuterà anche contro l’azione del vento oltre che del sole.

Grazie alla vitamina C e all’acido caffeico, adagiate sugli occhi, le fette di cetriolo crudo contrastano gonfiore e segni di stanchezza, aiutando, ad esempio, a eliminare le occhiaie. Applicato sul viso il cetriolo aiuta la pelle a tornare luminosa, mentre mescolando succo di cetriolo e quello di limone si può ottenere, consiglia il libro delle erbe officinali di Bonomelli, una lozione contro couperose, rughe, punti neri. Un’alternativa contro le rughe è la maschera con polpa di cetriolo, succo di limone, olio d’oliva.

Trattamento di bellezza al cetriolo © iStock

La Antica Farmacia Sant’Anna dei Frati Carmelitani Scalzi di Genova consiglia, ad esempio, una maschera nutriente al cetriolo, uova, yogurth: “Sbattete un uovo intero e aggiungete 20 g di succo di cetriolo, mezzo vasetto di yogurt intero e l’amido di frumento necessario per ottenere una crema; applicate evitando le labbra e il contorno occhi e lasciate seccare, poi togliete con acqua tiepida e tamponate con tonico leggero”. E, contro la couperose una maschera di bellezza con cataplasmi di foglie di fragola, cetriolo, mela: “Far bollire per 60 minuti tre manciate di foglie in un litro di acqua e lasciare raffreddare. Colare l’acqua e frullare le foglie con un cetriolo e una mela sbucciata. Applicare sul viso e lasciare una ventina di minuti. Sciacquare con acqua e sapone, asciugare e tamponare con un batuffolo imbevuto di Acqua di Rose”.

Il cetriolo fortifica anche le unghie e rende splendenti i capelli – mescolando cetriolo, uovo, olio extravergine di oliva si può, ad esempio, ottenere un balsamo per capelli.

IN CUCINA

In cucina il cetriolo è molto versatile – il cetriolo, a proposito, si può anche coltivare in vaso sul terrazzo o sul balcone. Se un classico è il cetriolo ingrediente di leggere insalate o della salsa tzatziki, la famosa salsa greca con yoguth, cetriolo, aglio, menta, limone, olio extravergine di oliva, sale, il famoso ortaggio ha anche conquistato il mondo dei cocktail, mentre una casa austriaca ha creato una bevanda energetica vegetale a base di succo di cetriolo, menta, lime, chicchi di caffé da coltivazione biologica. Il cetriolo è anche ingrediente di yogurth alla frutta e verdura, come quello al pomodoro e cetriolo o quello con cetriolo, mela, pera.

Per l’estate la Fondazione Campagna Amica di Coldiretti consiglia alcune ricette “fresche e colorate” di facile preparazione. Come antipasto una crema di cetrioli, yogurth, un pizzico di pepe nero, melone dolce da servire in coppette con grissini croccanti ai cereali. Questa crema si sposa anche con il pesce, da servire, ad esempio, con trancio di salmone cotto al vapore e pomodori datterini. Un’insalta veloce e facile è quella con lattuga croccante, cetriolo a rondelle, pomodori Pachino, tonno all’olio di oliva, olive nere denocciolate e da arricchire, eventualmente, con uova sode a fettine, condimento con sale, aceto – in alternativa glassa di aceto balsamico – e olio extravergine d’oliva o, ancora, con un dressing di crema di cetrioli. Come dessert sorbetto al cetriolo abbinato con crumble dolce di frutta secca e confettura di ciliegie.

Ricetta con cetriolo e salmone © 1zoom.net

Qualche ricetta sfiziosa. Il Consorzio per la Tutela del Formaggio Gorgonzola DOP propone, ad esempio, i rotolini al crescione e cetrioli. Il Consorzio del Prosciutto di Parma sushi con prosciutto crudo, avocado e cetriolo. Il Consorzio Tutela Grana Padano acqua aromatizzata al cetriolo e mirtilli da accompagnare a bruschette con prosciutto crudo, avocado, scaglie di Grana Padano Riserva.

CONSUMO

Per una migliore digeribilità, il cetriolo va privato della buccia, tagliato a rondelle e salato. Cotto, aiuta in caso di gotta, artrite, coliche, problemi intestinali, stati febbrili. Un cetriolo di buona qualità ha la buccia lucida e non raggrinzita e le estremità sode. Per preservarne l’aroma, così come il pomodoro e la frutta tropicale, va conservato a temperatura ambiente, ad esempio in buste di carta, ciò che ne allungherà la freschezza, e mai in frigo.

ABBIAMO PARLATO DI

Bonomelli Website | Facebook | Instagram | YouTube | LinkedIn

Antica Farmacia Sant’Anna dei Frati Carmelitani Scalzi Website | Twitter | Facebook | Instagram | Pinterest | YouTube

Fondazione Campagna Amica Website | Twitter | Facebook | Instagram | YouTube | LinkedIn

Coldiretti Website | Twitter | Instagram | YouTube | LinkedIn

Consorzio per la Tutela del Formaggio Gorgonzola DOP Website | Twitter | Facebook | Pinterest | Instagram | YouTube | LinkedIn

Consorzio del Prosciutto di Parma Website | Twitter | Facebook | Instagram | YouTube | LinkedIn

Consorzio Tutela Grana Padano Website | Twitter | Facebook | Instagram | YouTube | LinkedIn