Come ottenere un’abbronzatura perfetta e come mantenerla più a lungo in modo naturale

Come ottenere un’abbronzatura perfetta e come mantenerla più a lungo in modo naturale

L’estate è senza dubbio la stagione dell’abbronzatura. Che la nostra meta per le vacanze sia il mare oppure la montagna o anche solo qualche giornata in piscina non importa, avere una pelle dorata aiuterà ad abbandonare il colorito spento dell’inverno a favore di un incarnato più piacevole e attraente. Esporsi al sole, anche solo per brevi periodi, oltre che per ragioni estetiche è anche un utile modo per far sì che il nostro organismo assimili e sintetizzi la vitamina D, importante nella protezione e nel mantenimento della salute delle ossa soprattutto per noi donne.

Non vanno mai dimenticate però alcune regole fondamentali che raccomandano di proteggersi sempre con creme adeguate ad alto fattore ed evitare le ore centrali e più calde della giornata.

Per fare in modo che la nostra pelle arrivi il più possibile preparata all’appuntamento con la tintarella e che di conseguenza la possa mantenere più a lungo, ci possono venire in aiuto alcuni metodi naturali da adottare sia prima, sia durante e dopo l’esposizione al sole.

1) L’assunzione attraverso l’alimentazione di alcune sostante come la vitamina A e il betacarotene è molto importante per stimolare la melanina. Mangiare quindi frutta e verdura che contengono queste proprietà, oltre a riportare i giusti livelli di idratazione durante le ore al sole, farà in modo che il corpo possa essere più pronto all’abbronzatura. Coldiretti ha stilato una specifica classifica con i cibi amici dell’abbronzatura in cui accanto alle carote e alle albicocche, vengono citate le ciliegie, le pesche, la lattuga e il radicchio.

2) Una buona consuetudine da effettuare alcuni giorni prima dell’esposizione è lo scrub in modo da eliminare le cellule morte e rendere l’epidermide più recettiva anche alla tintarella. E’ possibile prepararne in autonomia a casa con ingredienti naturali come la banana, lo zucchero di canna, il sale o i fondi del caffè.

3) Una buona idratazione della pelle e del corpo è importante sia per favorire l’abbronzatura sia per mantenerla nel tempo; evitando che la pelle si secchi e squami. Possiamo infatti renderla più forte e pronta a ricevere il sole, spostando più in là possibile nel tempo, fino in alcuni casi ad eliminare, l’effetto spellatura. Per fare questo è sicuramente molto importante bere acqua idratando la pelle dall’interno, oltre che farlo dall’esterno, nei giorni prima della vacanza, massaggiando il corpo con l’olio di mandorle dolci.

4) Lenire la pelle dopo una giornata di sole le consente di riposare durante la notte, andando ad intervenire anche su piccoli rossori che possono comunque verificarsi nonostante un’adeguata protezione. Il burro di karité, la calendula o il gel d’aloe vera sono adatti a questo scopo; applicati dopo l’esposizione sono infatti ottimi alleati contro le irritazioni causate dai raggi solari e aiutano l’epidermide nel recupero per essere pronta il giorno successivo a nuovi bagni di sole.

5) Utilizzare il mallo di noce, colorante naturale in grado di esaltare la pelle già abbronzata, aiuta a preparare l’epidermide ad ulteriori esposizioni, mantenendo la tintarella più a lungo nel tempo al ritorno dalla vacanza.