Milleunadonna

Homo Faber: quando la mano dell'uomo crea incantevoli opere d'arte

Autenticità, artigianalità, appartenenza: il lavoro dei nostri maestri artigiani rappresenta tutto questo. Un mondo da conoscere, ammirare e preservare. 

Per sancire l’indispensabile lavoro di chi tutti i giorni realizza opere d’arte e di sapienza è nata una incredibile manifestazione che unisce i Maestri d’Arte europei nell’Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia, all’interno della grande e prestigiosa Fondazione Giorgio Cini. 

Dal 10 aprile al 1° maggio 2022 l'innovativa iniziativa culturale dedicata ai mestieri d'arte contemporanei ha un focus speciale sui maestri d'arte giapponesi e sul loro ancestrale savoir-faive con le opere di 12 Tesori Nazionali Viventi.

Il talento degli artigiani è al centro di Homo Faber, proponendo un futuro sostenibile in cui la maestria possa esprimersi e fare la differenza. Nel loro insieme, le esibizioni mettono in mostra una vasta gamma di materiali e competenze, dai mestieri tradizionali a rischio di estinzione alle tecniche contemporanee più all'avanguardia.

"Questa mostra è dedicata agli Homines Fabri: tutti coloro che ogni giorno, con abnegazione e talento, con passione e competenza, celebrano il rito del bello e del ben fatto, perseguono un sogno fatto a mano, immaginando un futuro in cui le mani dell'uomo sapranno interpretare i nostri desideri meglio di qualunque macchina. E tradurli in oggetti significativi, che lasceranno un segno" dice Alberto Cavalli, curatore generale dell'evento.

L'evento offre al pubblico una rara opportunità di esplorare l'Isola di San Giorgio Maggiore e il magnifico complesso architettonico della Fondazione Giorgio Cini in uno spazio espositivo che copre quasi 4.000 metri quadrati. Sale come la Biblioteca del Longhena e la ex piscina Gandini, solitamente chiuse al pubblico, aprono eccezionalmente le loro porte, trasformandosi in scenari dove i mestieri d’arte sono protagonisti e i visitatori possono partecipare in prima persona a un’esperienza unica.

Homo Faber ospita anche le collezioni di ceramiche e tessuti pregiati realizzati nell’ambito di ArtiJanus/Artijanas, il progetto sperimentale di cultura e di design voluto dalla Fondazione di Sardegna. Le realtà sarde sono  Terrapintada di Bitti (per la ceramica) e M&Dusa di Samugheo (per il tessile).

Ma la magia della bellezza non si ferma solo sull'Isola di San Giorgio: l'intera città di Venezia ospita "Homo Faber in Città", un'occasione per scoprire i mestieri d’arte passeggiando per le calli veneziane, visitare le botteghe del territorio e apprendere i segreti dell'alto artigianato artistico.

Per poter organizzare un viaggio nella bellezza si può acquistare il biglietto sul sito homofaber.com Se si acquista il biglietto on line è previsto un servizio gratuito di trasporto per l’isola di San Giorgio Maggiore da San Marco e da San Zaccaria. Le navette partono ogni 30 minuti.

Homo Faber - Crafting a More Human Future 2022: I Tesori Viventi d'Europa e Giappone è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19 dal 10 aprile al 1° maggio.

Organizzato dalla Michelangelo Foundation for Creativity and Craftsmanship. 

Main partner:

  • Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte
  • The Japan Foundation
  • Fondation Bettencourt Schueller
  • Fondazione Giorgio Cini