La maglieria è il capo vincente nel guardaroba del lockdown: comode e calde ma con stile

I capi in maglia fanno la parte del leone nella situazione attuale che ci costringe a stare più a casa o a lavorare in smart working

La maglieria è il capo vincente nel guardaroba del lockdown: comode e calde ma con stile
TiscaliNews

Il binomio inverno- lockdown minaccia di trasformare il nostro guardaroba in un’informe ammasso di pigiamoni e tute comode ma amorfe. Non c’è niente come la sfida del freddo per trasformare noi donne in felpati e ineleganti orsacchiotti ambulanti ma la soluzione c’è. C'è uno stile che si è fatto largo in questi mesi diventando una tendenza moda obbligata: attenta al comfort, adatta a questi tempi di pandemia e non solo per stare in casa.

Look più rilassato

Dopo la prima ondata della pandemia, si nota nelle vetrine una conversione spontanea diffusa, da parte delle aziende di abbigliamento, delle griffe internazionali e degli stilisti, che volge verso la scelta di un guardaroba più rilassato, fatto quindi di capi in maglia, di abiti e capospalla, giacche, cardigan o cappotti in jersey. In una parola la maglieria è vincente nella situazione attuale che ci costringe a stare più a casa o a lavorare in smart working, per la sua naturale comodità che non rinuncia allo stile.

Stile sporty chic

I capi in maglia fanno anche la parte del leone nello stile sporty chic: dai capi tecnici e sportivi alle linee decisamente più couture. Anche perché spesso basta abbinarci un paio di legging o di jeans e un piumino, e si è a posto anche per uscire con il cane, passeggiare o fare commissioni. Basta puntare sulla maglieria sovrapponendo a delicati dolcevita, soffici pull effetto cache-coeur per una sorta di caldo abbraccio. Poi c'è lo stile nordico, apprezzato dalle teenagers con i pull nei classici motivi nordeuropei, ma declinati in tonalità più light, come grigio mélange e rosa cipria.

Parola d’ordine: vestire a strati

Sempre apprezzabile è la strategia dello strato sopra l'altro. Materiali leggeri e aderenti per la parte di sotto, capi con tessuti più pesanti e vestibilità ampia per il sopra. Un’ottima sintesi può essere fornita dal cashmere che ormai si trova di tutti gli spessori: dal superleggero, al puro cashmere realizzato ai ferri con lavorazione a mano. Ma c’è anche il misto lana all' 85% e seta al 15%, studiato in due tipi di lavorazione, liscia o a costine. Da provare anche come sotto-giacca, per dare un tocco glamour anche al più rigoroso look.

Il ritorno del collo alto

Tra i capi protagonisti e lavorati a costine, c’è il collo alto da abbinare magari alla maglia a manica lunga con scollo profondo a V. Insomma la tradizionale maglieria si fa in quattro per soddisfare tutti i gusti e tenerci calde ma con stile.