Milleunadonna

Elisa Isoardi: "Le quote rosa? Sono offensive" e prenota l'Ariston con Salvini

La madrina di "Casa Sanremo" si lascia travolgere dall'atmosfera festivaliera e anticipa: "Venerdì sarò in platea"

Sanremo. Confessa che a Sanremo si sente a casa, rivela felicità per "l'incredbile accoglienza che sto ricevendo" e promette di tornare prestissimo qui a Sanremo. Ecco Elisa Isoardi in versione madrina di Casa Sanremo, l'area hospitality del Festival (ricchissima di eventi e showcase fino a notte fonda). Stretta in un tubino nero che ne mette in risalto il fisico da mannequin, la conduttrice di "Buono a sapersi", tutte le mattine su Rai1, si lascia travolgere dall'aria festivaliera e anticipa in questa videointervista concessa a Tiscali.it che venerdì 9 febbraio sarà in platea "per vedere il festival i famiglia". La famiglia che intende Elisa è il suo fidanzato Matteo Salvini, che al momento è l'unico politico previsto in platea all'Ariston.

Elisa parla anche della passione per la musica e in particolare di quella per Fabrizio De André che unisce lei e Matteo: "la nostra canzone del cuore è "Se ti tagliassero a pezzetti". E parla anche del tema delle molestie e delle quote rosa: "non sono d'accordo perché sono ofensive. Credo nella meritocrazia".