Il primo vaccino Covid d’Italia è per lei. Chi è l’infermiera che darà il via al V-Day: "Vaccinarsi è un atto d'amore"

Si chiama Claudia Alivernini la prima infermiera che sarà vaccinata allo Spallanzani in occasione del V-Day il 27 dicembre

Claudia Alivernini, Ansa
Claudia Alivernini (Foto Ansa)
TiscaliNews

Ha 29 anni è romana e lavora presso il reparto malattie infettive dello Spallanzani di Roma, ma in questi mesi di emergernza Covid ha anche curato presso il loro domicilio molti anziani. Si chiama Claudia Alivernini la prima infermiera che sarà vaccinata all'Istituto Nazionale di Malattie Infettiva Lazzaro Spallanzani, in occasione del V-Day il 27 dicembre. L’annuncio della scelta di un’infermiera per il primo vaccino Covid in Italia era stato fatto martedì ma solo stamattina si è saputo su chi è caduta la scelta.

Rappresenta la categoria a maggiore rischio

Claudia Aliverani è laureata in scienze infermieristiche presso la Facoltà de La Sapienza di Roma e lavora come infermiera all'Istituto Spallanzani proprio in un reparto di malattie infettive. Rappresenta quindi una delle categorie a maggiore rischio di contagio del coronavirus. "Vaccinarsi è un atto d'amore e di responsabilità nei confronti della collettività", ha detto ai microfoni del Tg1 Claudia Alivernini.

La carriera

Aliverani ha dato anche la disponibilità per lavorare nelle unità mobili Uscar e questo l'ha portata, oltre all'esperienza in reparto, anche presso i domicili delle persone anziane che avevano bisogno. Nonostante l'intensa attività lavorativa in reparto e nelle Uscar sta proseguendo il suo percorso formativo in un master in infermieristica forense. È la più giovane e la prima nel Lazio che si sottoporrà alla vaccinazione.