Clamorosa rinuncia della Sampdoria alla Serie A: i veri motivi del disimpegno

Nell'analisi di Artemio Scardicchio, le motivazioni che hanno spinto la nuova proprietà blucerchiata ad abbandonare il massimo campionato di calcio femminile

Clamorosa rinuncia della Sampdoria alla Serie A i veri motivi del  disimpegno

Leggi più veloce

Brutta notizia nel mondo del calcio femminile: la Sampdoria, che lo scorso anno ha ottenuto in extremis la permanenza in serie A, rinuncia al proprio titolo sportivo ed abbandona il massimo campionato di calcio femminile. Troppi i debiti a cui la nuova proprietà blucerchiata deve far fronte per proseguire. Di seguito il messaggio ufficiale: "U.C. Sampdoria comunica il proprio disimpegno dal calcio femminile professionistico.

La Sampdoria tornerà a investire nel calcio femminile, che sarà anche cardine dei futuri progetti sociali per la città. La società sarà presente nelle scuole per favorire l’integrazione delle ragazze nel calcio, con inclusione e senza pregiudizi. Purtroppo le situazioni economiche ereditate e i costi eccessivi della gestione di una squadra femminile professionistica in Serie A non ci permettono di continuare in questo momento. Tutto ciò anche per rispetto ai creditori e ai dipendenti della Sampdoria che hanno sostenuto diversi sacrifici negli ultimi mesi e continuano a farlo per garantire il futuro del club".

Nei prossimi giorni la Divisione calcio femminile dovrà provvedere al ripescaggio di una società in A e di due società in Serie B, dove ha rinunciato al titolo il Cittadella.

20/07/2023
logo tiscali tv