logo tiscali tv

Melissa Satta: “Io bullizzata per la mia storia con Matteo Berrettini. Ma ora basta”

Se c’è una che sa cosa significhi vivere sotto i riflettori è Melissa Satta, che ha accettato da tempo le conseguenze della notorietà. Quelle belle come l’affetto del pubblico e le richieste di autografi, e quelle brutte delle cattiverie dette e scritte sui social. C’è però una conseguenza della sua fama che non accetta e lo ha spiegato in una serie di Stories su Instagram: "Sono vittima di bullismo e di sessismo sui social per la mia storia con Matteo Berrettini".

“Matteo perde per colpa tua”

Tra infortuni e sconfitte, il tennista sta vivendo un momento non positivo della sua carriera e in tanti danno la colpa a lei. La colpa di distrarlo dalla sua attività sportiva e, secondo i più scaramantici e malevoli, di portargli addirittura sfortuna. Ora la showgirl dice basta e attacca a sua volte gli haters: "Sto vivendo una situazione surreale. È da un po’ di mesi che ricevo messaggi di insulti, che definisco di sessismo e bullismo, due temi ai quali sono molto sensibile”. Il bullismo è per le frasi perfide ripetute e il sessismo, secondo Satta, è per il fatto che un simile trattamento difficilmente sarebbe stato riservato a un uomo compagno di una sportiva: “Sono accusata forse di essere donna? Solo perché il proprio compagno vive un momento più difficile nel suo lavoro? Se fosse stato al contrario, un uomo sarebbe stato colpevolizzato allo stesso modo?"

La reazione

Per Melissa questa è però l’occasione per sollevare il problema dei leoni da tastiera che se la prendono con le più deboli: “Vengo attaccata per la storia personale e sentimentale che sto vivendo, ma ci sono tante ragazze che vengono bullizzate per tanti altri motivi. Nel 2023 tutto questo non può esistere. Sto semplicemente cercando di vivere una situazione sentimentale con un’altra persona”. Chissà se questo sfogo metterà a tacerle le voci più feroci.

Foto Instagram

17/04/2023