Milleunadonna

Gerani in città, un tocco di colore e di allegria fuori e dentro casa

Il nuovo trend del giardinaggio urbano è quello del geranio, tradizionale sì, ma anche innovativo se collocato nei posti giusti. Grazie alle numerose varietà di colori, fiori e foglie è in grado di trasformare balconi, terrazze, cortili cittadini e appartamenti in colorate oasi di benessere. Inoltre, è resistente e facile da curare: una buona notizia per coloro che non hanno il pollice verde.

La pianta del Geranio, originaria del Sud Africa, ama la luce diretta del sole di un balcone esposto a sud, tuttavia riesce a tollerare un’ombra parziale, anche se più sole prende e più fiori produce.
Le ondate di caldo estivo, sempre più frequenti a causa del cambiamento climatico, non sono un problema: in caso di temperature estreme, è importante assicurarsi che il terriccio non si asciughi completamente e che le piante vengano innaffiate con regolarità. Il fatto poi che l’umidità estiva sia di circa l’8% più bassa in città che in campagna, è una condizione favorevole che giova soprattutto a coloro che viaggiano spesso per lavoro e sono fuori nei week end, considerando che il geranio riesce a immagazzinare molta acqua negli steli e nelle foglie, riuscendo così a sopravvivere a brevi periodi di siccità e in giornate molto calde.

Dove e come collocare il geranio
Questa pianta è l’ideale per creare una piccola oasi di relax personale e vivere il contesto urbano come se fosse un angolo di campagna. Pelargonium for Europe, un’iniziativa nata con lo scopo di promuovere le vendite a lungo termine di gerani in Europa, ci fornisce alcuni spunti per usare al meglio questa pianta in città. Ad esempio, si può ricorrere a dei vasi di zinco di varie dimensioni accostando gerani, piante di hosta, calle, graminacee e piante palustri, che sistemati in gruppi, magari formando un paravento green e alternando dei colori di fiori tono su tono, creano un bell’effetto ottico.
I gerani con sfumature lilla o viola, poi, risaltano ancora di più nell’ambiente cittadino in cui il colore grigio è di solito predominante. I cosiddetti vasi ponte per balconi, posizionati sulla ringhiera, con dei vasi appesi al muro regalano disordinata irregolarità, che i più apprezzeranno.

Altra idea per sfruttare con originalità questa pianta è nella decorazione della tavola, basta raccogliere una decina di rametti di gerani dai vasi e posizionarli in contenitori di vetro, ad esempio bottiglie di varie dimensioni, per rendere l’atmosfera urbana colorata di green.
Il geranio torna utile anche se si sta organizzando un party. Per creare un angolo accogliente in un cortile cittadino adibito a festa, basta ricorrere a qualche vaso di zinco, a delle cassette di legno, a dei vecchi carrelli, a delle mensole da giardino dall’aspetto industrial, a cestini intrecciati e delle fioriere posizionate a terra ricolme di gerani.

In città si sfruttano al massimo tutti gli spazi, così per inverdire e colorare quasi a costo zero si può abbellire una parete appoggiandoci vecchie cassette di legno per la frutta, quasi a creare un muro. E queste cassette sono l’ideale per accogliere mix di gerani verticali e ricadenti, magari a foglia variegata, assieme a qualche pianta rampicante estiva e della lattuga.

Se non si possiede un balcone, per evocare un’atmosfera di “green living” dentro le mura domestiche ci vengono in aiuto fantasia e creatività. Cestini, vasi di feltro fatti a mano e fioriere di legno possono essere riempiti di gerani regali, che a differenza dei loro “cugini” da esterno, iniziano a fiorire sin dall’inizio della primavera e sono perfetti per un anticipo d’estate casalingo.

Abbiamo parlato di:
Pelargonium for Europe: website