Ana Caterina Morariu: "La volenza non è solo sulle donne ma anche sugli uomini"

Codice da incorporare:
di Cinzia Marongiu   -

“L’otto marzo? È una festa che dovrebbe aver luogo ogni giorno e ogni giorno bisognerebbe festeggiare le donne visto che sono loro che ci mettono al mondo. Secondo me della violenza sulle donne se ne parla in maniera sbagliata  e ogni giorno le violenze sulle donne aumentano. Forse bisogna dire no alla violenza in generale, sia che riguardi gli uomini sia che riguardi le donne. Bisognerebbe rispettarsi un po’ di più come persone. Ci vorrebbe maggiore attenzione e maggiore bontà”. A parlare è Ana Caterina Morariu, l’attrice rumena naturalizzata italiana che è tra le protagoniste di “Sorelle”,  una fiction tutta al femminile (ci sono anche Anna Valle e Loretta Goggi) che andrà in onda su Rai1 dal 9 marzo . Ana Caterina parla anche della cultura della violenza sui social ma anche in questo caso non ne fa una questione di genere: “Le violenze ci sono anche nei confronti degli uomini e vengono effettuate da parte delle donne”.

Nella video-intervista concessa a Tiscali.it Ana Caterina Morariu parla anche del suo personaggio nella fiction, “una donna sui generis” e del suo rapporto con la terra natale, la Romania: “Quando posso ci vado perché mi riappacifica con me stessa. Lì le persone sono più lente e si affannano meno per cose inutili”.